FoodClub | Logo

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Ristorante Autem Langhirano Chef Luca Natalini

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
Ristorante Autem by Luca Natalini
Via Enrico Berlinguer, 43013 Langhirano (PR)
Orario di Apertura:
Dal Mercoledi alla Domenica - Pranzo e Cena
Chiuso Lunedi e Martedi
Prenotazioni: Telefono +39 0521 354299
Prezzo medio: 49€ / 69€ (escluso i vini)

Langhirano è un piccolo paesino a circa venti chilometri da Parma dalle condizioni climatiche uniche, l’aria fresca della valle e le sorgenti saline che si trovano nel territorio creano un habitat perfetto per la maturazione dei prosciutti, tanto è da arrivare a essere noto come il "paese del prosciutto". Per i più curiosi hanno addirittura istituito un “Museo del prosciutto” dove si possono osservare e conoscere tutta la lavorazione delle cosce che determinano la realizzazione di uno dei salumi italiani più apprezzati al mondo.

Ma Langhirano da qualche mese sta attirando estimatori della buona cucina e gourmet di tutta Italia per la presenza di un giovane Chef che sta facendo parlare di se per il suo talento: Luca Natalini e il suo Ristorante Autem.

Luca Natalini è noto a molti per aver partecipato all’edizione italiana di TOP CHEF, dove si è distinto tra i più bravi e tecnici e già lì spiccava il suo talento indiscutibile, ricordo di aver fatto il tifo per lui già dalle prime puntate.

Ma Luca è sopratutto tanto studio ed esperienze accumulate in italia e in giro per il mondo nonostante abbia appena 30 anni. Dopo essersi laureato all’Alma, Scuola internazionale di cucina Italiana di Colorno inizia il suo "apprendistato" al Ristorante “Marco Fadiga Bistrot” di Bologna con lo chef Marco Fadiga, dopo un pò si trasfersice al “IL BUCO”, 1 stella Michelin, a Sorrento, con Giuseppe Aversa prima come commis e poi chef de partie. Nel 2010 và a Parigi nel ristorante Nolita in qualità di chef di partita. Segue nuovamente Marco Fadiga al Wine Food Market di Praga. Nel 2013 colleziona due esperienze russe. dal ristorante Castor’Ka di Ekaterinburg al Bellucci Rostov sul Don, ma stavolta come chef. Ha collaborato anche con alcuni tra i maggiori esponenti della cucina italiana: Nino Rocca (FELICIN) 1 stella Michelin, Chris Oberhammer 2 stelle Michelin, Pavel Pospisil 1 stella Michelin. E oggi Chef del ristorante “AUTEM BY LUCA NATALINI”.

Finalmente riesco a recarmi a Parma per provare la sua cucina e dopo una rapida visita del Castello di Torrechiara arrivo a Langhirano.

Leggo un piccolo cartello con il nome del ristorante ed entro in un piazzale davanti a quello che è il prosciuttificio Galloni, l’arrivo è un po’ spiazzante, non si capisce se si è entrati dall’ingresso giusto, non c’è traccia del ristorante ma osservando un’altra insegna ci si dirige su di una scala antincendio illuminata è una volta salita c’è la sorpresa...il Ristorante.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Bellissimo, sul soffitto dello stabilimento troviamo un'oasi di verde e di pace, l’effetto visivo è notevole, le piante, le piccole fontane, l’intelligente sistema di illuminazione che insieme ad un velo d’acqua presente in alcune vasche crea dei giochi di luce suggestivi, il ristorante si presenta come un monolite di cristallo, design bellissimo che per certi versi richiama il tipico stile scandinavo.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Alla porta ci accoglie il dolce sorriso di Marianna Sibillano e subito dopo arriva Luca con il suo fare ipergentile e coinvolgente.

Molto bello lo stile della sala, tavoli illuminati, librerie aperte a delimitare gli spazi insieme ad alcune piante, i divani creano ulteriori giochi di volume, infine una parete in fondo la sala è dedicata agli immancabili prosciutti Galloni.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Bellissimo il tavolo dove ci accomodiamo, tavolo rotondo di generose dimensioni di fronte il bancone e la cucina a vista.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Ci affidiamo ovviamente interamente a Luca per quanto riguarda il menù e alla competenza di Andrea Forti, maître e sommelier del ristorante, per quanto riguarda il wine pairing.

Iniziamo con un Crémant d'Alsace Brut, Domaine Allimant-Laugner mentre Marianna e Gabriele Natalini cominciano a riempire il tavolo di una serie di appetizer molto invitanti, tartelletta con pomodoro riccio di Parma arrosto e ricotta vaccina, cannoncino di caprino e erba cipollina, pomme croquette di baccalà mantecato e Parmigiano 26 mesi, su di un simpatico maialino il “ricordo di pane e prosciutto”, a centro tavola l’ottimo prosciutto crudo Galloni 30 mesi riserva oro, una bella pagnottella semi integrale lievito madre, grissino torinese e in accompgnamento, olio Nocellara del Belice Coppini Arte Olearia e burro dolce con una foglia di Tagete.

Non poteva presentarsi meglio.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Primo piatto, cavallo e ostrica, sembra quasi un ossimoro e invece sono perfetti insieme, tartare di cavallo spettacolare che si sposa perfettamente con l’ostrica, le erbe e il fondo di cavallo a chiudere il piatto.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Ad accompagnare “La Prima Volta” 2015 la nuova creazione firmata da Christian Bellei, anima di Cantina della Volta e tra i più grandi cultori del Metodo Classico in Italia.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Prima bomba sparata da Luca, mentre si discute sulla bontà del primo piatto ecco la seconda bomba, questa volta multicolor...insalata d’anguilla affumicata.

Che piatto!... l’affumicatura e la consistenza grassa dell’anguilla con le erbe e una superlativa vinaigrette di tosazu (aceto di riso affumicato ed invecchiato).

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Gusto ed eleganza nella successiva portata, lumache in salsa alle erbe selvatiche e cremoso di patate, buonissimo!

Qualcuno mi disse che avrebbe fatto chilometri per quel piatto...beh ora posso dargli ragione!

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Continuiamo con anolino d’asina tirato con un fondo d’asina e il buon brodo della nonna Clementina fatto di cappone, gallina e manzo.

Caldo e godurioso...

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Andrea per le prossime portate ci propone un vino campano, Costa d’Amalfi "Tramonti Bianco" 2018 di Tenuta San Francesco, vino bianco vivo, fresco e sapido che introduce la “pasta in bianco”.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Lo spaghetto in bianco pare sia senza condimento ma in realtà si gioca su due livelli contigui, il vermouth alle prugne e l'aceto di riso fermentato affumicato di accompagnamento completano il piatto, al primo boccone non potevo crederci, una sorpresa, gusto eccezionale, un esplosione inaspettata, equilibrio, gusto, raffinatezza, un qualcosa che mi sarà difficile dimenticare.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
Continua il bombardamento di piacere con la portata successiva: creste di gallo, pollo e fondo.
"WOW", buonissimo lo jus di pollo, creste di gallo, salvia e rosmarino.
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

In abbinamento ai secondi un rosso, Coteaux du Vendômois Rouge AOC "Emilien Colin" 2016 di Patrice Colin.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Per spezzare Luca propone la sua “Rosa di Parma”, ricetta simbolo di Parma, un arrosto realizzato con filetto di manzo e Lambrusco, Parmigiano e Prosciutto di Parma, sintetizzato in questo caso in un superbrodo che riscalda l'anima..

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Perdonate la ridondanza di superlativi ma nemmeno io non pensavo poter arrivare ad usarne così tanti.

Luca ha una gestione delle salse e dei fondi eccellente come conferma il cervo in combinazione vincente con la bottarga.

E ancora lo storione affumicato con cime di rapa e salsa suprême di storione. Mi dispiace ma devo ripetermi: che bontà!

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Procanico 2016 di Antonio Camillo per la portata successiva, piccione cotto in carcassa con confettura di amarene, petto, coscia, sovracoscia, filetto, boccone del prete, viene completato al tavolo con fondo del volatile e una prelibata salsa al gin.

Uno dei più buoni piccioni che abbia mai mangiato...e non esagero, ora capisco quando Luca mi parlava del suo puntare tutto sul gusto, sul far godere il palato, che piatto memorabile...

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Bevanda rinfrescante di intermezzo prima del dessert.

A questo punto la parola passa alla Pastry Chef Jennifer Bellini con un dessert di una bellezza straordinaria, giochi di consistenze ,equilibrio di sapori mai banali con tratti esotici intriganti.

Il cremoso al pepe Timut e cioccolato Azelia, crumble alla frutta secca, gele al litchi e composta di cachi, creano uno splendido gioco di simmetrie abbinati ad una cialda al pralinato pecan e rosa Turca, completa la riduzione di litchi e liquore alle mele cotogne e profumo di noce moscata.

Nemmeno sui dolci qui scherzano.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM
DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Bravissima Jennifer!

Per il dessert e la piccola pasticceria Andrea propone Costat Darrer "les grains ds copains" 2017 Domaine Camin Larredya.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Non da meno la piccola pasticceria, molto interessanti le gelèe di Lambrusco.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

A concludere una grappa distillata dal maestro Capovilla a Rosà da vinacce di Pinot Noir del Domaine Billecart-Salmon raccolte nel 2010.

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM

Una cena splendida dove ho toccato con mano la passione di un giovane Chef e della sua affiatata brigata attraverso piatti bellissimi, eleganti, realizzati in maniera egregia e sopratutto buonissimi, dove il gusto è il vero protagonista, piatti appaganti e gratificanti.

In sala si sta bene davvero, professionalità con il giusto calore, tutti bravi da Andrea ai vini a Luca e Marianna a regalare il suo sorriso coinvolgente al tavolo.

Da sottolineare come nonostante la sala fosse piena non hanno mai perso un colpo, Luca è una vera macchina da guerra, che si completa nell'armata a suo servizio sempre pronta a dispensare sorrisi ai commensali.

Mi son davvero divertito, grande cucina con un rapporto qualità prezzo speciale, uno di quei luoghi che entra a far parte dei miei Ristoranti del cuore, peccato la distanza, in caso contrario credo che sarei stato molto spesso a questi tavoli.

Uno di quei posti dove basta mangiare il primo piatto e provare la gentilezza di Luca per dire...ritornerò sicuramente!!!

DA TOP CHEF A LANGHIRANO, LUCA NATALINI E IL SUO SORPRENDENTE RISTORANTE AUTEM