FoodClub | Logo

Alessandro Bruner: Pensiamo alla sicurezza dei nostri clienti e tornerà normale la vita in pizzeria

Alessandro Bruner il giovane pizzaiolo di Cardito già pensa alla ripresa

Alessandro Bruner: Pensiamo alla sicurezza dei nostri clienti e tornerà normale la vita in pizzeria

Alessandro Bruner ha il forno della pizzeria La Bottega - Alessandro Bruner spento a causa del coronavirus. Ma lui che è abituato a riflettere sta pensando alle tante soluzioni da applicare subito dopo la riapertura. Ecco le idee che gli sono venute e che ha comunicato a Foodclub.

«I pensieri si affollano. Io e mia moglie siamo chiusi in casa per proteggere il nostro bambino, ma le idee per la ripresa non ci mancano. Siamo pronti. Aspettiamo soltanto il via per ripartire. Ecco, innanzitutto stiamo studiando come far sentire sicuri i nostri clienti nel nostro locale.

Abbiamo pensato ad un app grazie alla quale i clienti non sfogliando il menu possano ordinare con il loro smartphone direttamente seduti al tavolo senza toccare una carta delle pizze e del beverage stampato e comune.

Un'altra funzione dell'app permetterà anche prenotare il loro tavolo e vedere se è disponibile nelle varie fasce orarie o disdire in semplice autonomia una prenotazione già effettuata.

Con la stessa app i nostri clienti riceveranno notifiche di eventi, pizze nuove, e se ci sono promozioni.

Abbiamo poi stabilito 3 fasce orarie 17/20.10 20.30/21.40. 21.50/23.15 in modo da poter accedere distanziati e scaglionati e per poter sanificare l'ambiente, i tavoli e le sedie dopo il servizio.

Tutto tutto il nostro personale anche in cucina avrà guanti e mascherine e ci sara un distanziamento di 2 metri da ogni tavolo e tutte le sere verrà sanificato sia la sala interna che il nostro dehors, tutto il giardino comprese le piante.

Ecco, stiamo pensando alla sicurezza del nostro pubblico, innanzitutto.

E questa sicurezza costruita per il cliente, noi la comunichiamo non solo per trasparenza, ma anche perché è il modo più concreto per una ripresa della normale vita in pizzeria».

Queste le proposte di Alessandro Bruner per una ripresa della vita in pizzeria nel day after coronavirus