FoodClub | Logo

Carnevale a Napoli, i 5 piatti della tradizione che non devono mancare

I 5 piatti della tradizione che non possono mancare sulle tavole durante il carnevale a Napoli

Carnevale a Napoli, i 5 piatti della tradizione che non devono mancare

Carnevale quest’anno inizia giovedi 20 febbraio (giovedi grasso) e termina il 25 febbraio con martedi grasso. E' tradizione nell'arco di questo periodo mascherarsi e danzare per le strade delle città che si adornano a festa e si animano con gente e musica. Ma non solo. Carnevale per i napoletani è un appuntamento immancabile con alcuni dei pasti più sontuosi e gustosi della tradizione culinaria partenopea. Dai piatti salati a quelli dolci, ecco l’elenco delle 5 pietanze napoletane immancabili a Carnevale.

LA LASAGNA

"Le origini di questo piatto risalgono all’antica Roma: con il termine “laganon” e “laganum” i romani indicavano una sfoglia sottile ricavata da un impasto a base di farina di grano, che veniva cotto al forno o direttamente sul fuoco."

IL MIGLIACCIO SALATO

Meglio conosciuto come “a’ pizza ‘e farenella”, arricchita con peperoncino e formaggio. "Si tratta di una pietanza nata nel periodo della guerra quando il cibo scarseggiava e l’unico alimento disponibile in grandi quantità era il grano."

LE CHIACCHIERE

Rigorosamente fritte e da gustare con il sanguinaccio, oggi una crema di cioccolato densa e dal forte sentore di cannella. "Si chiamano così perché derivano dalle frictilia. Nell'antica Roma erano dolci fritti nel grasso che venivano preparati durante il periodo di Carnevale (una festa pagana a quel tempo)."

IL SANGUINACCIO

"Anticamente era preparato con il sangue fresco di maiale, ingrediente che gli forniva un caratteristico retrogusto acidulo. Nel 1992, poi, la vendita di questo ingrediente fu vietata in Italia per motivi igienici."

IL MIGLIACCIO DOLCE

"Il suo nome deriva dal latino “miliaccium” che significa pane di miglio. Anticamente, infatti, si preparava con pane di miglio e sangue di maiale. I vecchi ingredienti sono stati poi sostituiti dal semolino, latte e burro".

Andate alla notizia per scoprire anche le ricette di queste bontà.