FoodClub | Logo

Cheddargate, Marc Veyrat: "Fuori gli ispettori dal mio nuovo ristorante"

Marc Veyrat, lo chef al centro dello scandalo "Cheddargate", non vuole ispettori nel suo nuovo ristorante

Cheddargate, Marc Veyrat:  "Fuori gli ispettori dal mio nuovo ristorante"

PARIGI -  Marc Veyrat, il celebre cuoco francese al centro dello scandalo "Cheddargate", ha dichiarato di non volere la Michelin nel suo nuovo ristorante parigino.

Il cuoco savoiardo che ha portato la guida rossa in tribunale l'anno scorso dopo aver perso la sua terza stella Michelin per il suo famoso ristorante di punta nelle Alpi francesi, ha da poco intrapreso una nuova avventura acquistando una storica sala da pranzo parigina precedentemente appartenuta all'attore francese, Gerard Depardieu.

"Non voglio la Michelin (ispettori) qui", ha detto Veyrat all'AFP mentre apriva la Fontaine Gaillon in un'antica dimora del 17 ° secolo nella capitale francese. La mia intenzione è: "mettere le stelle negli occhi dei miei commensali" continua Marc Veyrat, con la sua cucina creativa e conviviale.

Lo chef, dal cappello nero savoiardo, aveva additato gli ispettori della Michelin con il lusinghiero appellativo di "incompetenti", per aver sostenuto di aver usato formaggio cheddar inglese in un soufflé al posto del francese Reblochon.

Una battaglia questa contro la Michelin che Veyrat ha perso, ma che a quanto pare non l'ha ammorbidito. Non ha alcuna intenzione di seppellire l'ascia di guerra:

- "Chi credono di essere?" -

Ha accusato la guida di una moltitudine di peccati tra cui avere relazioni intime con alcuni chef.

"Per chi si prendono", ha dichiarato.

"Ho formato sette chef a tre stelle, 21 a due stelle e non so quanti abbiano una stella.

"Vogliono riportarci nella formazione di base come se non avessimo 50 anni di know-how ed esperienza su cui attingere?" Ha aggiunto.

Ma Veyrat ha affermato che lo shock di aver perso la sua terza stella per la sua Maison des Bois a Manigod è stato doloroso dello shock di quando ha appreso la notizia che la Michelin declassato a due stelle il ristorante, una volta gestito dal leggendario Paul Bocuse vicino a Lione.

"Paul Bocuse non si tocca", ha detto Veyrat. Con questa azione, sostiene Veyrat la guida sta attaccando l'essenza dell '"identità francese".