FoodClub | Logo

Conte e il semi-lockdown, stop a bar e ristoranti dopo le 18

Il nuovo Dpcm non prevede lockdown ma lo stop dopo le 18 per bar, pub, ristoranti, gelaterie e rosticcerie.

Conte e il semi-lockdown, stop a bar e ristoranti dopo le 18

Continua l’appuntamento settimanale con i Dpcm e continuano gli stravolgimenti a orari, servizi e possibilità di apertura a tutti i settori.

Da lunedì e per 30 giorni ci saranno nuove regole in vigore ed anche se l’intenzione del Presidente dei Ministri Giuseppe Conte, di non parlare di coprifuoco e di lockdown, sia molto chiara, risulta essere altrettanto limpido che non si possa fare a meno di agire sulla mobilità e sulla possibilità di creare punti di forte affluenza.

Un ulteriore Consiglio dei ministri potrebbe essere convocato nelle prossime ore in quanto il governo sta accelerando sulle misure di ristoro da 1,5-2 miliardi per le categorie messe più in difficoltà dalle misure.

Riguardo il settore della ristorazione si decreta lo stop dell’attività di servizio al tavolo per i bar, pub, ristoranti, gelaterie e rosticcerie dopo le ore 18. Per di più durante l’orario di servizio i tavoli potranno avere non più di 4 commensali. Riportiamo testualmente: “le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico; resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti; continuano a essere consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;”

Per quando riguarda consegne a domicilio e asporto, i servizi possono restare attivi fino alla mezzanotte: “resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione nelle adiacenze;“

Il nuovo Dpcm avrà decorrenza da lunedì 26 Ottobre fino al 24 Novembre ed ha tutte le caratteristiche di un semi-lockdown considerando la chiusura totale di una lunghissima serie di attività come palestre, piscine, teatri, musei e l'incremento delle ore di didattica a distanza. Senza dimenticare l'indicazione di non lasciare il proprio territorio comunale di residenza o domicilio.

Restano ovviamente invariate le disposizioni sul distanziamento e sull’utilizzo dei dispositivi di protezione. Ci auguriamo che con collaborazione e attenzione alle norme (anche se cambiano) aiutino a limitare il rischio di contagio.