FoodClub | Logo

Coronavirus e i ristoranti cinesi: rischiano di chiudere

L'istituto superiore della sanità: "Non vi sono evidenze che il virus possa essere trasmesso per via alimentare"

Coronavirus e i ristoranti cinesi: rischiano di chiudere
l coronavirus continua a mietere vittime ma soprattutto una psicosi inerente i ristoranti ormai svuotati. Nonostante sembri risaputo che il temibile virus cinese non si trasmetta tramite prodotti acquistati via internet dalla Cina, ma neppure tramite il cibo che si mangia al ristorante, le prenotazioni sono in calo secondo un’indagine condotta da TheFork.
Ristoranti vuoti

La nota piattaforma, infatti, ha segnalato un deciso calo delle prenotazioni online per i ristoranti cinesi, un calo del 43% circa e nemmeno i ristoranti giapponesi se la cavano meglio le cui prenotazioni sono scede del 32%.Una psicosi che ha indotto molti ristoratori etnici a decidedere di chiuder battente finché non sarà fatta maggior chiarezza, come ad esempio è successo a Milano per il ristorante Wheat: "Con grande rammarico vi devo comunicare che abbiamo preso la decisione di chiudere per un po’ e sperare che le fake news finiscano”. A tal proposito stamattina abbiamo intervistato Daniele Salvo, ristoratore italiano a Pechino, preoccupato secondo lui per un allarmismo ingiustificato soprattutto da parte dei media d'informazione italiani. Silbio Brusaferro, ha tenuto a sottolineare che non vi sono evidenze che il coronavirus possa essere trasmesso attraverso il cibo.