FoodClub | Logo

Curiosità dal mondo: Un desiderio che non sapevi di avere, Il Mars pastellato e fritto

Curiosità gastronomiche dal mondo: Il Mars Deep Fried golosità scozzese

Curiosità dal mondo: Un desiderio che non sapevi di avere, Il Mars pastellato e fritto

Quando si immagina di andare in Scozia si immaginano grandi spazi aperti, paesaggi incontaminati, whiskey e cibo tanto gustoso quanto pesante. Tra i piatti più tradizionali troviamo il porridge, che è il Re della colazione, segue l’haggis (interiora di agnello cotte al vapore) che è il piatto più famoso (ed anche il più temuto!) mentre il pudding è uno dei dolci per eccellenza.

Altra tipologia di piatto che si può trovare cucinato nei modi più svariati sono le zuppe, tra cui lo scotch broth, brodo di carne (manzo o montone) con piselli, orzo, carote, cavolo; zuppe e patate sono alla base dell’alimentazione e sono cucinare nei modi più diversi e impensabili.

E a proposito di modi difficili da pensare: immaginate che una pastella da fish&chips racchiuda al suo interno una barretta di cioccolato e caramello, un Mars insomma, e poi venga fritta.

Sì, esiste.

Sì, è diventata una richiesta tipica in Scozia, nei chioschi di fish&chips, e in tutte le isole britanniche.

Sì, ruotano molte storie assurde intorno a questo prodotto tanto strambo quanto richiesto, soprattutto da adolescenti e bambini (ovviamente!) ma anche divenuto simbolo del cibo unto e grassi per i turisti.

La deep-fried Mars è una “invenzione” che risale al 1992 all'Haven Chip Bar di Stonehaven vicino Aberdeen (Scozia).

Nel marzo 2003 il Mars fritto è stato oggetto di un articolo su Time for Kids che trattava della popolarità e della insalubrità di questo prodotto.

Nel 2004, addirittura, il consumo e la produzione/vendita di Mare fritto è stato oggetto di uno studio pubblicato su The Lancet: esso dimostrava quanto fosse richiesto principalmente dai bambini e soprattutto nelle zone più turistiche.

Nel 2012 l'Haven Chip Bar ha presentato domanda per ottenere lo status di cibo protetto dell'Unione Europea e Mars ha scritto all'Haven Chip Bar chiedendogli di chiarire che la frittura delle barrette "non era autorizzata o approvata" da Mars; così una dichiarazione di esclusione di responsabilità concordata è stata affissa sia nel negozio che nel suo menu.

Dati del 2012 dicono che all'Haven Chip Bar erano vendute 100/150 barrette di Mars fritto ogni settimana. Mars Inc., che produce le barrette, ha dichiarato "friggere uno dei nostri prodotti andrebbe contro il nostro impegno a promuovere stili di vita sani e attivi”.

Ulteriori studi sono stati fatti per dimostrare l’impatto di questo prodotto sulla salute, sulla pressione, sull’apporto glicemico ma tutto questo ha solo portato al mercato la presenza di altre barrette fritte: sono state trovate pastelle fritte ripiene di Snickers o Reese’s.

Ogni negozio dichiara di avere la sua personale ricetta ma essenzialmente si tratta di farina, uova e zucchero per la pastella in cui poi viene immersa la barretta di Mars, che viene poi fritta per qualche minuto a 170-180 gradi.

Ne dicono: “Il risultato è tanto assurdo quanto gustoso. Sicuramente una bomba calorica, eccessivamente dolce e pesante, ma un’esperienza culinaria estrema da non sottovalutare.”

Prossimo step : cucinare aria fritta.