FoodClub | Logo

Dal primo aprile sarà più facile falsificare i prodotti Made in Italy

Dal primo aprile 2020 cambieranno le regole sulle etichette alimentari.

Dal primo aprile sarà più facile falsificare i prodotti Made in Italy

Dal primo aprile 2020 cambieranno le regole sulle etichette alimentari. I produttori saranno costretti ad indicare in etichetta l’origine degli ingredienti principali dei loro prodotti solo in alcuni casi. Dal 2011 vige l'obbligo in Italia di indicare sull'etichetta della maggior parte dei prodotti, la provenienza della materia prima utilizzata. Dal 1° aprile entrerà in vigore la nuova etichettatura di origine dell’UE.

"Si tratta del regolamento esecutivo UE 775/2018 (recante modalità di applicazione dell’articolo 26, paragrafo 3, del regolamento (UE) n. 1169/2011 ) che prevede che, solo in alcuni casi, vi sia l’obbligo di indicare la provenienza della materia prima in etichetta."

"Il regolamento non si applica ai prodotti Dop, Igp e Stg né a quelli a marchio registrato che a parole o con segnali grafici, indicano già di per sé la provenienza del prodotto. Questo particolare è rischioso dato che in questo modo le aziende che falsificano il cibo italiano potranno continuare a vendere indisturbate proprio grazie al fatto di avere un marchio registrato che richiama all’Italia."