FoodClub | Logo

Hajime Yoneda chiede supporto per i ristoranti giapponesi

Attraverso una firma si possono supportare le misure di prevenzione rispetto al fallimento dei ristoranti in Giappone

Hajime Yoneda chiede supporto per i ristoranti giapponesi

Hajime Yoneda, patron del ristorante 3 stelle Michelin Hajime di Osaka, ha lanciato una petizione online per supportare economicamente i ristoranti giapponesi messi in ginocchio dall'emergenza COVID-19.

Questo è il suo messaggio:

"In Giappone, molti ristoranti ed imprese del settore alimentare, sono stati gravemente colpiti, trovandosi di fronte al pericolo di bancarotta senza alcun sostegno finanziario da parte del governo. Attraverso la tua firma, possiamo far in modo che i nostri bar e ristoranti preferiti non scompaiano. A partire da febbraio il governo Giapponese ha richiesto la chiusura delle scuole, invitando la popolazione ad evitare assembramenti ed uscite non necessarie così da prevenire la diffusione delle infezioni causate dal Coronavirus. Le attività legate al settore alimentare giapponese hanno capito lʼimportanza delle restrizioni emesse, applicandole in primis con i propri clienti ed andando così incontro ad una situazione di rischio per i loro business. Attualmente, molti ristoranti sono al loro limite. In questo momento di crisi, i lavoratori nel settore della Ristorazione sono incredibilmente vulnerabili. La mancanza di una previdenza sociale ed il rischio di perdere il proprio posto di lavoro, non consente loro di adottare misure necessarie per la tutela di sé, e della propria comunità. Rispetto agli altri paesi, le principali città del Giappone non sono state bloccate. Pertanto, il Governo non sta prendendo in considerazione misure finanziarie di emergenza, come è stato invece dichiarato da altri paesi. La nostra petizione comprende una richiesta per il supporto dei costi fissi (affitto, utilità ...) che devono essere pagati anche in caso di vendite ridotte o chiusura dei ristoranti, insieme ad un sussidio per coprire gli stipendi degli impiegati. In futuro potremo apportare ulteriori correzioni a questa petizione. Tuttavia, prima che sia troppo tardi, quello che ci preme in questo momento è diffonderla il più possibile così da poter ottenere un numero di firme tali da far sentire le nostre voci al governo giapponese. Da parte dei sostenitori internazionali della gastronomia Giapponese, ti ringraziamo per la tua comprensione ed il tuo supporto".

Qui il link della petizione online.

Fondatori

HAJIME /Hajime Yoneda

Kashiwaya /Hideaki Matsuo

Office musubi Inc. /Yuko Suzuki