FoodClub | Logo

I 10 principi fondamentali che ogni cuoco professionista dovrebbe rispettare, sempre.

Le 10 regole fondamentali per portare una brigata di cucina al successo secondo Paul Sorgule

I 10 principi fondamentali che ogni cuoco professionista dovrebbe rispettare, sempre.

traduzione e riassunto da finedininglovers.com

Cambiano i tempi, passano gli anni, ma alcune regole seppur aggiornate restano tali. Nessun ristorante può raggiungere l'obiettivo prefissato senza regole precise per la brigata. Ecco I 10 "nuovi" principi per stare in una cucina professionale di Paul Sorgule:

1. Rispetto

Il primo principio generale della cucina è rispettare i colleghi a prescindere del livello di abilità, della cultura o della razza, genere e livello di istruzione, possono avere convinzioni contrarie a i tuoi, ma sono tutti degni del tuo rispetto. Quando si legano su un grembiule fanno parte della tua famiglia.

2. Proprietà 

Onorare sempre l'ambiente di lavoro. Gli strumenti per cucinare, l'ingrediente e l'allestimento della postazione sono tutti sacri per il cuoco e per la sua capacità di lavorare in modo efficiente ed efficace. I cuochi non violeranno mai questi parametri. I cuochi devono inoltre esercitare efficace controllo dei costi attraverso l'utilizzo totale degli ingredienti, minimizzando gli sprechi.

3. Squadra 

Il terzo principio riguarda l'interazione di tutti i membri dell'equipaggio come una vera squadra. Ciò significa che tutti ci sono dentro insieme. Quando una squadra si è formata, il gruppo vince come unità totale o perde come unità totale.

4. Pulizia 

Pulire mentre lavori deve diventare una seconda natura per ogni cuoco. Questo vale per la loro area di lavoro personale e per tutte le aree comuni. Questo è ciò che l'ospite si aspetta; questo è ciò che ogni cuoco deve aspettarsi.

5. Insegna e condividi 

Tutte le tecniche e le procedure di cottura sono di dominio pubblico. Non ci possono essere processi o metodi segreti in un ambiente di squadra. Quando un cuoco chiede aiuto nella costruzione di abilità, tale aiuto viene offerto gratuitamente in una cucina professionale.

6. Passione

Ci sarà sempre spazio per i cuochi che funzionano efficacemente nel lavoro di cucina, ma per eccellere davvero: un cuoco deve sentire e amare ciò che fa, quando fa parte del cuore e dell'anima di un cuoco, la cottura produrrà risultati magici.

7. Eccellenza 

La perfezione non può mai essere raggiunta, ma l'eccellenza è un impegno a muoversi in quella direzione. Dal compito più semplice: tagliare le verdure perfettamente simmetriche, tagliare i filetti, tagliare le bistecche, sfilettare il pesce intero senza lasciare carne preziosa sull'osso, ogni fase del processo di cottura merita il massimo sforzo.

8. Professionalità

Quando il cuoco ha un aspetto forte (uniforme pulita e pulita, pulizia ordinata, scarpe pulite, ecc.) Allora è più propenso ad agire in modo professionale. Quando un cuoco professionista tratta il lavoro e le persone che lavorano in cucina in modo professionale, allora quel cuoco può aspettarsi lo stesso in cambio..

9. Mai risparmiare energie, dare sempre il massimo dell'impegno.

I cuochi professionisti sanno che il lavoro non è mai finito finché non è completo. Per alcuni questo significa investire più tempo di quanto indicato dal programma, mentre per altri significa concentrarsi sui modi per migliorare l'efficienza in modo che il lavoro possa raggiungere il completamento nel tempo assegnato. In tutti i casi il lavoro deve essere fatto e svolto correttamente.

10. Onestà 

Infine, il decimo principio riguarda la costruzione di un ambiente di fiducia in cui i cuochi sono all'avanguardia, onesti nel loro approccio ai compiti da svolgere, disposti ad assumersi la responsabilità, in grado di accettare la critica e disposti a offrire quella critica purché includa un "come migliorare".