FoodClub | Logo

José Andrés ha scelto di dividere i 100.000 euro vinti del "Basque Culinary World Prize" equamente con 10 chef speciali.

Il cuoco premio Nobel Josè Andrés dimostra ancora una volta l'immensità del suo valore umano. Basque Culinary World Prize 2020

José Andrés ha scelto di dividere i 100.000 euro vinti del "Basque Culinary World Prize" equamente con 10 chef speciali.

Lo chef premio Nobel José Andrés ha vinto il Basque Culinary World Prize 2020 si dimostra ancora una volta persona di spessore umano oltre ogni limite: Ha scelto di dividere equamente il premio di 100.000 euro con 10 cuochi a cui ha dato una menzione speciali, cuochi che secondo lui potranno cambiare il mondo.

Lo chef proprietario di una catena di ristoranti negli Stati Uniti ha fondato WCK un decennio fa, un'iniziativa di collaborazione tra chef di tutto il mondo. Da allora ha alimentato i bisognosi durante le catastrofi naturali, dall'uragano Dorian alle Bahamas agli incendi boschivi in ​​Australia , oltre a venire alla ribalta negli Stati Uniti e in Spagna durante la pandemia di coronavirus, gestendo circa 150 cucine in 10 città con sostegno di chef locali, banche del cibo e Croce Rossa

La quinta edizione del premio è particolarmente toccante date le circostanze straordinarie in cui arriva. In quanto tale, offre dieci menzioni speciali, nominando chef di tutto il mondo che hanno fornito supporto e lavoro inestimabili in questo momento difficile. Grazie alla generosità di Andrés, riceveranno ciascuno € 10.000 per i rispettivi progetti.

Joan Roca, presidente della giuria del premio, ha dichiarato:

" Alla luce delle eccezionali circostanze di quest'anno, la nostra responsabilità ha dovuto affrontare le sfide attuali. Dopo un intenso processo di riflessione, abbiamo voluto concentrare il premio sulla sfida che deve affrontare l'intero pianeta a causa di COVID-19 - una sfida che lo chef Jose Andrés ha affrontato il coraggio, il coraggio e uno sforzo titanico: la sua ammirevole dedizione al lavoro, la sua capacità di affrontare le crisi umanitarie e la sua leadership attuale ed evidente sono state fonte di ispirazione per molte persone che hanno aderito all'iniziativa World Central Kitchen intorno il mondo. È un progetto che ha anche reso visibile il lavoro dei volontari che hanno trasformato la gastronomia in un forte strumento sociale ".