FoodClub | Logo

Lo chef Alessandro Circiello contro le dichiarazioni del maestro Riccardo Muti

Lo chef Alessandro Circiello contro le dichiarazioni del maestro Riccardo Muti

Lo chef Alessandro Circiello contro le dichiarazioni del maestro Riccardo Muti

Lo chef Alessandro Circiello contro le dichiarazioni del maestro Riccardo Muti sui cuochi in tv rilasciate ad un'intervista su Il Messaggero.it

“Quando vedo certi programmi della tv italiana passo a tv straniere per trovare cose di sostanza, e poi non se ne può più di cuochi e cucina. Il pubblico ormai applaude a comando: questa non è cultura, è narcotizzare la gente che avrebbe invece bisogno di una sferzata di cultura, che è la colonna vertebrale della nostra storia per non perdere l’identità di chi siamo” con queste dure parole, il grande direttore d'orchestra Riccardo Muti, in un’intervista al Messaggero, parla della tv italiana e di alcuni programmi a suo parere senza sostanza, tanto da dirsi “preoccupatissimo” per le nuove generazioni, che a suo parere: “Dovranno combattere contro l’obnubilamento generale”.

Questa è la replica alle dichiarazioni del maestro Muti da parte dello chef Alessandro Circiello:

“I cuochi italiani fanno conoscere il bello e il buono della cucina italiana al grande pubblico a casa e insegnano ai consumatori a non bruciare l'olio o a non fare la pasta scotta. La tv in cucina ha fatto bene all'Italia e al patrimonio agroalimentare e, non ultimo, alla salute degli italiani” tiene a precisare Circiello. che attualmente è il cuoco della rubrica del sabato mattina "Buongiorno Benessere" su Rai 1, e per otto anni è stato il cuoco dei "I Fatti Vostri" e per sei di "Uno Mattina in famiglia".