FoodClub | Logo

Lo chef Tohru Nakamura comunica la chiusura del Werneckhof by Geisel di Monaco.

Chiude il Werneckhof by Geisel di Monaco. Lo chef giappo-tedesco ne spiega le motivazioni.

Lo chef Tohru Nakamura comunica la chiusura del Werneckhof by Geisel di Monaco.

Non è stata una decisione facile, come hanno affermato i proprietari degli hotel privati Geisel. "Le normative sulla distanza e altri requisiti di igiene non ci consentono di garantire il solito servizio eccellente per i nostri ospiti in un ristorante così piccolo", afferma Michael Geisel e aggiunge: "Perché purtroppo non è prevedibile per tutti noi, quando torneremo alla normalità dovremo decidere con tutto il cuore di chiudere il Werneckhof con effetto immediato."

Un ringraziamento speciale dai tre fratelli Geisel va ai dipendenti per la loro lealtà e impegno negli anni passati. I dipendenti sono sempre la risorsa migliore per Geisel Privathotels ed è ancora più doloroso perderne alcuni. "Auguriamo a tutti i membri del team del Werneckhof tutto il meglio e buona fortuna per il futuro, perché siamo sicuri che faranno la loro strada con le loro abilità speciali", si rammarica di Carl Geisel.

Non è ancora chiaro quale sia il futuro dello chef Tohru Nakamura. Non sono stati forniti dettagli nel comunicato stampa. Nakamura è stato recentemente nominato Chef of the Year da Gault & Millau e ha ricevuto 19 punti su 20 possibili. "Come figlio di una madre tedesca e padre giapponese, ha interiorizzato due mondi culinari fin dalla tenera età a Monaco e Tokyo", ha dichiarato la redattrice capo dell'edizione tedesca, Patricia Bröhm.

In un'intervista con l'agenzia di stampa tedesca, Nakamura ha descritto le sue richieste come segue: “Ogni ospite deve adattarsi. Questa è la nostra pressione, la nostra sfida, perché aspiriamo a presentare un prodotto perfetto". È consapevole "con una certa umiltà" che gli ospiti pagano molto, precisamente 225 euro per il menu di sette portate - motivo per cui non vuole solo non deludere le loro aspettative, ma vuole superarle. Secondo Gault & Millau, Nakamura incarna anche una tendenza in tutta la Germania verso una profonda conoscenza della cucina giapponese.

Solo pochi giorni fa, Tohru Nakamura ha ricevuto un onore speciale. Lo chef è stato nominato "Ambasciatore di buona volontà della cucina giapponese". Il Ministero dell'agricoltura, delle foreste e della pesca con sede a Tokyo ha lanciato un programma nel 2015 per promuovere la cultura giapponese dell'alimentazione e della ristorazione in patria e all'estero. 59 ambasciatori operano attualmente in Giappone e 51 personalità in tutte le parti del mondo come "Ambasciatori di buona volontà della cucina giapponese". Sostengono il lavoro del ministero, tra le altre cose, consigliando i ristoranti giapponesi e i professionisti del cibo nei loro paesi di origine o diffondendo in modo specifico informazioni sulla cucina dell'Estremo Oriente attraverso le proprie attività in i media. In questo modo, l'attrattiva di questa cultura alimentare tradizionale dovrebbe essere promossa in tutto il mondo e l'esportazione giapponese di prodotti agricoli, forestali e marini dovrebbe essere aumentata. Christian Bau ha ricevuto questo premio l'anno scorso. . Il 36enne di Monaco è cresciuto con una madre tedesca e un padre giapponese sotto l'influenza di entrambe le culture, che si riflette anche nella sua cucina.