FoodClub | Logo

Ornella Buzzone: "Secondo me il “blogger” (parlo della mia categoria) non deve essere obbligato a scrivere in modo positivo se non é stato soddisfatto del posto. "

Ornella Buzzone esprime il proprio pensiero riguardo: "Qual'è il dovere di chi racconta di gastronomia?"

Ornella Buzzone: "Secondo me il “blogger” (parlo della mia categoria) non deve essere obbligato a scrivere in modo positivo se non é stato soddisfatto del posto. "

Ornella Buzzone autrice del blog Fatto in casa è più buono , cuoca e proprietaria della paninoteca gourmet Public House, esprime il proprio pensiero riguardo la questione sollevata da Antonio Lucifero "Giornalisti, foodblogger & influencer: Qual'è il dovere di chi racconta di gastronomia?":

" Mi sono soffermata sulla frase “ i Foodbloggers sono obbligati a scrivere in positivo anche se il posto non ha convinto “.
Secondo me il “blogger” (parlo della mia categoria) non deve essere obbligato a scrivere in modo positivo se non é stato soddisfatto del posto. I giornalisti scrivono per mestiere, o comunque, vengono pagati per organizzare l’evento. Il blogger pubblicizza il luogo, la cucina ed è qualcuno che in tempo reale fa conoscere quel luogo. Poi, solo se contento parla, se non è soddisfatto tace. Parlo di me. Io non consiglierei mai un posto che a me non è piaciuto, non sarei sincera col mio seguito. Ma parliamo sempre di un gusto soggettivo.
Il blogger non viene pagato per recensire la cucina o le abilità di uno chef, non è di nostra competenza. Ma possiamo dire ai nostri “followers” solo che “ha aperto questo nuovo posto”. Intanto la gente credo legga, basta fare dei contenuti interessanti. "