FoodClub | Logo

Pasticceri e chef della Penisola Sorrentina: "Forse sarebbe stato meglio rimanere a casa e percepire gli aiuti statali."

Sfogo di pasticceri e chef sorrentini che affrontano la ripartenza in condizioni economiche al limite del possibile.

Pasticceri e chef della Penisola Sorrentina: "Forse sarebbe stato meglio rimanere a casa e percepire gli aiuti statali."

“Per molti di noi sta diventando dura tornare a lavorare, in molti si chiedono se non fosse meglio rimanere a casa e percepire gli aiuti statali previsti”, questo lo sfogo di un gruppo di pasticceri e chef della Penisola Sorrentina che sono ripartiti dopo il lockdown e stanno continuando a lavorare con sacrificio, attraversando una condizione che non può durare a lungo.

Attendendo una soluzione nel breve termine, molti sono tornati all'opera ricevendo stipendi ridotti al limite. Tantissimi, infatti, guadagnano soltanto 500 euro, e uno stipendio ridotto è un duro spauracchio per affrontare il lungo inverno in penisola. Bisogna fare qualcosa e subito.