FoodClub | Logo

Enrico Schettino, vittima di una forma di razzismo infida e ingiustificata.

Enrico Schettino, imprenditore napoletano patron della catena di ristoranti Giappo, vittima di un razzismo ingiustificato

Enrico Schettino, vittima di una forma di razzismo infida e ingiustificata.

Enrico Schettino, patron della catena di ristoranti nipponici Giappo, recatosi questa mattina al suo ristorante in Piazza Fuga, si è ritrovato a dover affrontare una spiacevole sorpresa.

Questo il video documento girato da Enrico alla scoperta dell'atto vandalico, ecco le sue parole comunicate attraverso un post su facebook:

Insulti razzisti, bestemmie, inni alla droga ed ai roghi.
Ci siamo risvegliati così: decine di scritte rivestono il nuovo locale che apriremo al vomero a Napoli.
Siamo in pieno centro, a piazza fuga.
“Cinesi di merda”, “Porco .io”, “w la droga”, “meno polizzei”.
Il tutto nasce da ragazzi habitue’ del bar che c’era prima.
Da un lato sorrido per la bravata, dall’altro elimino con l’alcol l’ennesima stupida ferita che lascia questa città.
L’innovazione a tanti fa paura, ma non accettare cambiamenti ed evoluzioni, è sintomo di ignoranza.
Ho deciso di aprire al Vomero, proprio dove anni fa ho lottato in prima linea, organizzando flash mob contro l’illegalità.
Continuerò a farlo.
#Noncifermanessuno, mi dice intanto un amico Luca Abete.
Forza Napoli