FoodClub | Logo

Pere Castells (già cordinatore Bullipèdia) meets Giuseppe Iannotti: Insieme alla ricerca del futuro.

Pere Castells (già cordinatore Bullipèdia) meets Giuseppe Iannotti: Insieme alla ricerca del futuro.

Pere Castells (già cordinatore Bullipèdia) meets Giuseppe Iannotti: Insieme alla ricerca del futuro.

Giuseppe Iannotti ingegnere informatico e cuoco autodidatta incontra Pere Castells.

Molti si chiederanno: "E chi sarà mai Pere Castells?"

Bene, per tutti quelli che negli ultimi 20 anni hanno vissuto sulla luna o semplicemente se ne fregano dell'alta cucina, Pere Castells è stato (ed è) uno dei più grandi chimici prestati allo studio e alle applicazioni scientifiche in cucina di sempre. Per dirvi la parolina magica che vi farà brillare gli occhi, Pere collabora dal 2003 con il gruppo di ricerca de ElBulli Taller, il laboratorio creativo di Ferran Adrìa ed è stato coordinatore dell'unità UB-Bullipèdia.

Iannotti e Castells insieme per 5 giorni nello Iannottilab, cosa ne uscirà fuori? Non ci è dato sapere ma assicurano che ne vedremo delle belle.

L'unica notizia certa è che il cuoco e patron del Kresiòs a Telese Terme fresco di candidatura ai Top100 di The Best Chef , parteciperà al più grande congresso di scienza e cucina lo "Scienze and Cooking" che si terrà dal 3 al 5 Novembre a Barcellona in qualità di relatore.

Pere Castells parla al team del Kresiòs
Pere Castells (già cordinatore Bullipèdia) meets Giuseppe Iannotti: Insieme alla ricerca del futuro.
Giuseppe Iannotti & Pere Castells
Pere Castells (già cordinatore Bullipèdia) meets Giuseppe Iannotti: Insieme alla ricerca del futuro.
In ordine orario: Giuseppe Iannotti, Gennaro Cariulo ( si proprio lui), Simone Granata, Eugenio Vitagliano, Livio Improta e Pere Castells
Biografia Pere Castells
Pere Castells si è laureato in Scienze Chimiche con una specializzazione in Chimica Organica presso l'Università di Barcellona. Nel 1980 ha iniziato la sua carriera di insegnante presso la scuola secondaria Molí de la Vila nella città di Capellades diventando preside dal 1991 al 2000. Durante gli anni trascorsi a insegnare, Castells ha anche diretto diversi progetti di ricerca, molti dei quali hanno vinto il premio CIRIT per i progetti realizzati dagli studenti delle scuole secondarie. Ha partecipato e tenuto corsi di formazione scientifica ed è stato membro di vari gruppi di ricerca focalizzati su progetti educativi in ​​Europa. È coordinatore e autore di libri di scuola secondaria di chimica. Dal 2003 collabora con il gruppo di ricerca di El Bulli Taller, il laboratorio creativo di Ferran Adrià. Nel 2004 Castells è stato nominato capo del dipartimento di ricerca scientifica e gastronomica della Fundació Alícia. Ha collaborato alla stesura di "The Scientific and Gastronomy Lexicon", pubblicato nel 2006. È membro del consiglio di amministrazione di ACCA. Collabora con la rivista "Investigación y ciencia". Curatore della mostra “Condensed Matter. Scienza della cucina ”(Santa Monica Arts di Barcellona dal 7 luglio al 5 dicembre 2010). Lavora nel corso di "Scienza e cucina" con U. Harvard. La sua ricerca si è concentrata su questioni relative alle trame, all'introduzione della tecnologia nelle arti culinarie e alla diffusione della scienza legata alla cucina. Negli ultimi anni il suo lavoro nei settori scientifici e culinari si è concentrato sulla creazione di un nuovo stile di lavoro tra scienziati e chef al fine di compiere progressi congiunti nella ricerca gastronomica e scientifica. È stato coordinatore dell'unità UB-Bullipèdia e coordinatore dell'unità di ricerca e istruzione scientifica e cucina dell'Università di Barcellona. Il coordinatore di cucina e scienza coordina l'Università di Barcellona. Il 2016 ha pubblicato «La cucina del futuro» come progetto del Food Campus dell'Università di Barcellona. Ora, nei progetti «Gastrocultura Mediterrània» e Gastro-Ventures. Direttore Science and Cooking Barcelona 2019.