FoodClub | Logo

The Best Chef Top 100 New Candidates: Gaggan Anand

The Best Chef Top 100 New Candidates: Gaggan Anand

The Best Chef Top 100 New Candidates: Gaggan Anand

The Best Chef Top 100 New Candidates: Gaggan Anand

Gaggan Anand dopo aver frequentato una scuola di cucina (IHMCT Kovalam) (Indian Institute of Hotel Management and Catering Technology) a Trivandrum e dopo aver ricevuto un diploma ha iniziato a lavorare come tirocinante con il Gruppo Taj.

Anand in seguito lasciò il Gruppo Taj per intraprendere una carriera di catering a Calcutta e gestì un servizio di consegna a domicilio dalla zona di Tollygunge. Successivamente si trasferisce a Bangkok, dove inizia a lavorare al Red, un ristorante specializzato nella cucina indiana contemporanea.

Da lì è stato il primo chef indiano a lavorare con il team di ricerca di Ferran Adria presso el Bulli e in seguito ha fatto altre esperienze di livello.

Tuttavia, non era soddisfatto si sentiva frustrato perché i ristoranti dove lavorava "non volevano nulla di diverso". Nel 2010 per dare libero sfogo al suo stile decise di fondare l'omonimo ristorante "Gaggan".

Da quel momento in poi nulla è stato più come prima, sin da subito è entrato nelle graduatorie dei 50world's Best Restaurant fino a diventarne il miglior ristorante asiatico .

Soprannominato dalla rivista TIME come "Capitano Kirk della cucina", lo chef Anand ha parlato al BCN Vanguardia, la prestigiosa Conferenza internazionale di gastronomia a Barcellona, ​​condividendo il palco con alcuni dei migliori chef del mondo.

Ha tenuto importanti seminari al simposio annuale Thailand Creative & Design Center "Creativities Unfold, Bangkok 2012: Design is Opportunities: Innovation, Strategy, Business", dove è stato presentato come "guru dell'innovazione e del design che ha cambiato il cibo indiano".

Il suo obiettivo era mettere la cucina indiana sotto i riflettori dell'alta ristorazione, e possiamo dire che vi è riuscito.

Al Gaggan, Anand ha deciso di ridefinire il cibo tradizionale indiano con quella che lui chiama "cucina indiana progressiva", un approccio che ha dato origine al suo caratteristico gambero di carbone Amritsari ed esplosione di yogurt e un menu degustazione di emoji di 25 portate.

Nel 2016 la  star di Chef's Table ha fatto notizia con la sua decisione di chiudere Gaggan nel 2020.

"Odio essere prevedibile, quindi devo fare questa pausa", dice Anand a Eater.

Ha in programma di aprire un ristorante a Fukuoka, in Giappone, nel 2021 con lo chef giapponese Takeshi Fukuyama de La Maison de la Nature Goh e afferma che "sarà il futuro dell'alta cucina". Ultimamente, più che le doti in cucina, Anand si sta dimostrando un esperto proprietario di ristoranti.

Dopo aver investito in Meatlicious, un bistrot incentrato sul fuoco in legno; Gaa, un ristorante fusion europeo-asiatico; e Sühring, un moderno locale tedesco, a Bangkok, dove vive, lo chef di origine indiana ha in programma di aprire due nuove attività l'anno prossimo: un bar biologico con vino e pollo fritto e un ristorante giapponese tofu-omakase. "Sto diventando un investitore nel talento".

Eater ha incontrato Anand durante Semana Mesa SP, un simposio sul cibo a San Paolo in cui lo chef era la guest star. Ha discusso della fine dell'egemonia eurocentrica nella cucina raffinata, delle sue radici indiane e dei suoi piani per aprire nuovi ristoranti che "cambieranno la storia della gastronomia".

The Best Chef Top 100 New Candidates: Gaggan Anand
The Best Chef Top 100 New Candidates: Gaggan Anand
The Best Chef Top 100 New Candidates: Gaggan Anand
The Best Chef Top 100 New Candidates: Gaggan Anand