FoodClub | Logo

Franco Pepe è Ufficiale della Repubblica. Il riconoscimento arriva dalle mani del Presidente Sergio Mattarella al Quirinale

Franco Pepe insignito del titolo di Ufficiale della Repubblica per il suo impegno verso il prossimo

Franco Pepe è Ufficiale della Repubblica. Il riconoscimento arriva dalle mani del Presidente Sergio Mattarella al Quirinale

Franco Pepe, il pizzaiolo di Caserta, ha ricevuto oggi al Quirinale l'onorificenza di Ufficiale della Repubblica dal Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella:

Non ha mai spento il suo forno preparando pane, pizze e biscotti per i bisognosi.

Roma - Come annunciato lo scorso 2 giugno a Codogno, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto insignire dell’onorificenza di Ufficiale della Repubblica un primo gruppo di cittadini, di diversi ruoli,  professioni e provenienza geografica, che si sono particolarmente distinti nel servizio alla comunità durante l’emergenza del coronavirus. I riconoscimenti, attribuiti ai singoli, vogliono simbolicamente rappresentare l’impegno corale di tanti nostri concittadini nel nome della solidarietà e dei valori costituzionali.

In Campania a ricevere l'onorificenza è Franco Pepe, che non ha mai smesso da inizio emergenza di pensare al prossimo. Insieme a lui sono stati insigniti del prestigioso riconoscimento altri 56 eroi tra medici, infermieri, volontari e semplici cittadini che durante il periodo di lockdown della scorsa primavera si sono spesi per aiutare i loro connazionali in ogni modo. Nelle motivazioni si legge: "Quando ha dovuto chiudere il suo ristorante a Caiazzo di Caserta ha preparato pizze e biscotti per i poveri e gli anziani in difficoltà, organizzando una raccolta fondi per l’ospedale di Caserta. Lodevole iniziativa di raccolta fondi (aperta lo scorso 15 marzo) che ha portato a donare (con il sostengo mediatico di Rosanna Marziale e del puglie Romano Sergio) un ventilatore polmonare, 1500 mascherine FFP2 e un sistema di pressoterapia completo all'Azienda ospedaliera S.Anna e S.Sebastiano Caserta.

L’emergenza Coronavirus ci ha insegnato che se ognuno di noi fa la sua parte anche un piccolo gesto può essere la differenza, che l’unione fa la forza non soltanto per quel che riguarda l’aspetto epidemiologico, e quindi prettamente sanitario, ma anche in riferimento al valore solidale.

Chi ha di più, in momenti come quello che stiamo vivendo, ha il dovere di stendere la mano e provare a fare qualcosa per coloro che vivono momenti di difficoltà. Complimenti all'orgoglio campano nel mondo Franco Pepe, che ha portato "il pizzaiolo", un mestiere artigianale da sempre considerato tra i più umili a ricevere un alto riconoscimento della Repubblica.

Prima di lui pochi altri, nell'1986 il compianto Antonio Giordano della Pizzeria Marechiaro a Brescia ricevette il titolo di Cavaliere del Lavoro per aver fatto conoscere la pizza nel mondo. Franco, dopo aver fatto diventare la piccola Caiazzo meta gastronomica mondiale, dimostra ancora una volta che nulla è impossibile quando si è mossi da ardente passione e sani principi.

Potrebbe interessarti:

Red Hot Chilli Pepe, a Caiazzo non ci si è seduti, Franco è animato sempre dalla stessa voglia: Migliorare anche quello che sembra perfetto

Franco Pepe e Rosanna Marziale. Authentica Stellata e il senso dell'identità