FoodClub | Logo

Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.

Abbandonate scelte e menù, al banco di Tabi lasciate decidere Ignacio Ito e vi divertirete

Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.
Via Raffaele de Cesare, 35, 80132 Napoli NA
Aperto tutti i giorni a cena, domenica chiuso.
Omakase sui 100 euro vini esclusi
081 051 3280
fb. Tabirestaurant

Sarò breve e coinciso, in quanto godibilità Ignacio Ito resta l'uomo da battere sulla cucina d'ispirazione nipponica. E la mia non è di certo un'affermazione a celebrare la storia di questo cuoco di origini Nippo-Brasiliane che possiamo definire, senza temere smentita, Mentore della cucina fusion giapponese, in Campania e nel sud Italia.

Ignacio ha importato, diffuso ( i suoi allievi sono al comando dei migliori ristoranti Giapponesi Fusion della regione), ed educato al sushi di qualità due generazioni di campani. La mia affermazione per aver conferma, necessità del vostro aiuto, per constatarla dovreste seguire una regola precisa:

Volete godere? l'unica imprescindibile condizione è lasciate perdere la carta.

Ignacio è un uomo d'amore, vi sembrerà insolito ma se fate divertire lui, vi divertirete voi, quindi lasciate perdere menù e ordini cumulativi di bellissime, quanto inutili, composizioni da 50 rolls e nigiri (ma questi ve li sconsiglierei ovunque, il sushi, quello buono, va consumato al momento) perché in quel caso lo ridimensionerete a uomo qualsiasi, e sarete voi a farne le spese. Un Ignacio che fa impazzire quando si misura con i grandi classici (nigiri, sashimi, carpacci), meno quando si spinge in ricette creative mai del tutto centrate, ma pur sempre appaganti e golose. Lasciatevi andare, affidatevi e vi servirà il meglio che ha a disposizione, nel miglior modo possibile.

Il mio ruolo è quello di guidarvi alle migliori esperienze gastronomiche e quindi io vi dico (do valore al vostro denaro, quindi non mi perdonerei mai di farvelo sprecare), accomodatevi da Tabi senza preconcetti e dite la parolina magica "Fai Tu" e mi ringrazierete.

Se proprio avete bisogno di opzionare qualche piatto, scegliete i carpacci, il sashimi (che in quest'ultima degustazione non ho preso quindi non troverete foto), nigiri come se non ci fosse un domani e per chiudete in maniera appagante e confortevole (per gli insaziabili e magari non nelle stagioni calde) con un ramen a libera interpretazione ( non sempre disponibile vi conviene prenotarlo in anticipo) o un bao farcito di wagyu, asparagi e uova di quaglia. I dessert? Mangiate un nigiri di tonno grasso in più che non fa mai male.

Godetevi la carrellata di piatti

L'Omakase "libero" di Ignacio Ito
Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.

Nigiri Set

Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.
Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.
Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.
Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.
Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.
Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.
Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.
Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.
Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.
Ignacio Ito per godibilità, resta ancora l'uomo da battere.