FoodClub | Logo

Patricia Dias: "Il futuro della gastronomia globale? Concentrarsi sulle singolarità di ciascun paese."

Patricia Dias di Chefs Agency, l'agenzia di pubbliche relazioni leader in Portogallo.

Patricia Dias: "Il futuro della gastronomia globale? Concentrarsi sulle singolarità di ciascun paese."

Abbiamo raggiunto telefonicamente Patricia Dias per capire cosa sta accadendo nel panorama della gastronomia portoghese. Patricia Dias innanzitutto un'appassionata del mondo enogastronomico. Laureata in Comunicazione con un post-laurea in Marketing Management. 10 anni fa ha messo su la Chefs Agency, prima agenzia di PR focalizzata sulla gastronomia in Portogallo, attualmente leader del settore rappresenta i principali chef del paese e quelli che sono considerati i migliori produttori enogastronomici. Ecco quanto ci ha raccontato:

Qual è la situazione generale in Portogallo con restrizioni governative COVID-19?

Il Portogallo sta vivendo tempi difficili, con lo stato di emergenza e il periodo di quarantena che stiamo affrontando tutti. L'industria del turismo rappresenta circa l'11% del PIL della nostra nazione, quindi siamo davvero orientati all'ospitalità, con hotel, resort e ristoranti in tutto il paese. Con tutti questi stabilimenti chiusi le imprese e tutto ciò che li circonda (fornitori, produttori e così via ...) stanno ovviamente soffrendo.

Come si stanno adoperando i ristoranti per provare a sopravvivere in questo momento e ottenere liquidità?

La maggior parte dei ristoranti sono chiusi. Alcuni di loro hanno si sono adeguati alle restrizioni e hanno deciso di creare un servizio di consegna a domicilio. Il reso purtroppo non è sufficiente a sostenere un intero team. Sfortunatamente, non vi sono altre opzioni possibili.

Qui in Italia, come in altri paesi del mondo, alcuni ristoranti famosi hanno già chiuso. Cosa sta accadendo in Portogallo?

Si dice che alcuni ristoranti non riapriranno, ma non possiamo confermarlo al momento. Dipenderà da quanto tempo durerà questa situazione, e se vi saranno misure di sostegno economico disponibili in seguito. Speriamo che mettendo in attesa alcuni progetti per un certo periodo di tempo, sia possibile evitare la chiusura degli stabilimenti. È così importante mantenere viva la creatività e lo sforzo degli chef portoghesi. Credo che l'intera esperienza gastronomica dovrà essere reinventata e riadattata a quelli che saremo dopo la fine di tutto questo.

Come si stanno muovendo chef e ristoratori In Portogallo? Hanno pensato a soluzione comuni al problema della gastronomia?

Purtroppo al momento non c'è nulla di significativo a riguardo

Rappresenti i più grandi chef portoghesi, come vedono il presente e il futuro della gastronomia nel tuo paese?

Il mondo è cambiato, Il futuro sarà stimolante e tutti dovranno adattarsi e reinventarsi a una nuova realtà. La tendenza sarà "riscoprire il territorio", concentrarsi sui prodotti locali, sulle persone, sulla propria identità e storia, sulle ricette nazionali e sugli chef che stanno lavorando con questo approccio. Ho già creduto in questa tendenza prima di questa crisi e, lo scorso febbraio, la Chefs Agency ha lanciato la piattaforma "The Art of Tasting Portugal".

In cosa consiste?

L'idea è quella di promuovere esperienze alimentari incentrate sui prodotti di ogni regione portoghese e dei suoi chef. Ad esempio, potresti trascorrere una mattinata a pescare nella baia di Cascais con lo chef Vitor Sobral, il "padre" della moderna gastronomia portoghese e, successivamente, cucinare con lui il pesce che hai catturato. Attraverso questa piattaforma organizzeremo anche cene private incentrate sulle verdure locali coltivate in modo sostenibile presso l'esclusivo Atelier di Henrique Sá Pessoa (2 Michelin *). Il progetto è rivolto al nostro mercato turistico interno e, in futuro, a coloro che visitano il Portogallo e sono desiderosi di esperienze esclusive che concentrano il meglio del paese, l'essenza della gastronomia nazionale e dei suoi "terroir", in un unico e contesto sorprendente.

Questo sarà il futuro della gastronomia globale, concentrandosi sulle singolarità di ciascun paese.

Patricia Dias: "Il futuro della gastronomia globale? Concentrarsi sulle singolarità di ciascun paese."

Nota biografica

Patricia Dias è innanzitutto un'appassionata del mondo enogastronomico. Laureata in Comunicazione con un post-laurea in Marketing Management. 10 anni fa ha messo su la Chefs Agency, prima agenzia di PR focalizzata sulla gastronomia in Portogallo, attualmente leader del settore rappresenta i principali chef del paese e quelli che sono considerati i migliori produttori enogastronomici. Inoltre si occupa di organizzazione di eventi internazionali selezionati.