FoodClub | Logo

Top 100 Dining Guide Budapest: Ecco il meglio del meglio per chi è in cerca di emozioni culinarie nella capitale ungherese.

Top 100 Dining Guide Budapest Volkswagen, il meglio del finedining di Budapest

Top 100 Dining Guide Budapest: Ecco il meglio del meglio per chi è in cerca di emozioni culinarie nella capitale ungherese.

La lente sulle attività ristorative di Budapest: da 70 a 100 in una guida

Risale a qualche giorno fa, precisamente il 24 febbraio presso il Varkert Bazar di Buda, la presentazione della DINING GUIDE 2020, la più prestigiosa guida ai ristoranti della città di Budapest da anni sponsorizzata da Volkswagen.

La guida si prefigge il compito di restituire la fotografia aggiornata del panorama gastronomico budapestiano in tutte le sue espressioni: dal fine dining alla più tradizionale cucina ungherese. Comune denominatore nella valutazione delle attività esaminate restano i principi fondamentali che contraddistinguono l'offerta: la qualità delle materie prime, l'equilibrio e la cura del piatto, ed il servizio. Non da meno, in un momento storico come quello attuale nel quale la città sta vivendo un grande rinnovamento del tessuto cittadino con ristrutturazioni, l'apertura di nuovi locali dal fascino internazionale e dal design accattivante, assume importanza la ricerca e l'attenzione posta nei confronti della ricerca e dell'innovazione. Anche l'offerta delle bevande acquisisce importanza e, unitamente a tutti gli altri aspetti, concorre alla formulazione della valutazione ed al posizionamento nella graduatoria. E' forse in virtù di talune pulsioni che, ad arricchire una già presente proposta di cucina italiana basata su piatti riconoscibili della tradizione, si affacciano volti nuovi come l'arrivo degli stellati F.lli Portinari (2 stelle Michelin in Italia) ad abbracciare progetti importanti che promettono, a considerare dai risultati ottenuti in breve tempo, di portare in città linfa nuova ed una presenza professionale che potrebbe rappresentare uno stimolo all'innalzamento della qualità offerta.

Top 100 Dining Guide Budapest: Ecco il meglio del meglio per chi è in cerca di emozioni culinarie nella capitale ungherese.
Top 100 Dining Guide Budapest: Ecco il meglio del meglio per chi è in cerca di emozioni culinarie nella capitale ungherese.

TOP 100, questo il nome della Guida che invece nella realtà menziona e raccoglie molte più attività e dedica una sezione importante al progetto "Made in Hungary" -in collaborazione con l'Accademia Ungherese Bocuse d'Or- evidenziando quel gruppo di ristoratori che hanno lavorato per reinterpretare in modo del tutto personale i due prodotti distintivi del territorio: il fegato d'oca ed il Tokaji Aszu (quest'ultimo considerato uno dei migliori prodotti delle cantine ungheresi) inserendo a menù il piatto testimone che potrà essere individuato facilmente grazie ad un logo distintivo.


Altre sezioni dedicate poi a ristoranti di cucina estera, ristoranti vegetariani, pasticcerie, brunch ed altro ancora.

Top 100 Dining Guide Budapest: Ecco il meglio del meglio per chi è in cerca di emozioni culinarie nella capitale ungherese.


Top 100 Dining Guide Budapest: Ecco il meglio del meglio per chi è in cerca di emozioni culinarie nella capitale ungherese.



Ad onorare il duro lavoro di chef e ristoratori durante tutto l'arco dell'anno e quello di tutti coloro che hanno lavorato per la stesura e la presentazione della guida, ben 1.200 invitati sono intervenuti all'evento assistendo in diretta alla premiazione dei primi classificati per mano del già direttore della guida Michelin Italia Fausto Arrighi. Proprio in virtù dell'esperienza professionale maturata in anni di collaborazione e direzione della Guida Michelin, ha portato il suo contributo nella valutazione e la selezione dei professionisti in esame affiancando con il proprio giudizio quanto già espresso dagli ispettori e dal direttore della Dining Guide Mr. Herczeg Zoltan affidando un punteggio da 70 a 100. Dal lungo elenco di indirizzi utili vi lascio con la top ten per la città di Budapest

Top Ten Budapest
1° STAND, con la coppia Szullo Szabina e Széll Tamas con 94 punti
2° ONYX, Adam Mészaros
con 93 punti
3° Babel Budapest, Istvan Veres
4° Salt Budapest, Szilard Toth
con 92 punti
5° Borkonyha, Akos Sarkoz
6° Costes Restaurant, Miguel Vieira
7° Pazstel, Janos Erdei con la consulenza dello chef Nicola Portinari
con 91 punti
8° Costes Downtown, Miguel Vieira
9° St. Andrea Restaurant, Barna Adam
con 90 punti
10° Texture, Sarkozi Akos 

Top 100 Dining Guide Budapest: Ecco il meglio del meglio per chi è in cerca di emozioni culinarie nella capitale ungherese.
Annamaria Farina
Maestro d'arte ed Interior Designer. Da OLIVA, cognome di mia madre, e FARINA, cognome di mio padre, non potevo che nascere appassionata di buona cucina e ristoranti, tanto da trasformare la passione in professione. Oggi consulente di diverse realtà del territorio nazionale, collaboro con riveste online fra le quali VinoeCibo e  con l'ICC Italian Cultural Center San Diego per la quale racconto le mie scorribande culinarie.
facebook