FoodClub | Logo

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Recensione Osteria Raro è un luogo di grande materia prima e sapori decisi

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.
Osteria Raro
Via Principe di Piemonte 246/248 Pomigliano D'Arco
Telefono: 081/8449030
Fascia di prezzo: €€€
Chiusura: martedì e domenica sera

Si fa ancora molta confusione oggi sul termine osteria, se siete dell'idea che sia un luogo popolare con prezzi contenuti siete fuori strada.

Basterebbe ricordarsi che uno dei migliori ristoranti al mondo è l'Osteria Francescana di Massimo Bottura che detiene tre stelle Michelin.

Il termine osteria con gli anni si è evoluto, potrebbe essere paragonato a quello che i francesi chiamano bistrot, quindi ristoranti con una buona cucina legata principalmente al territorio, con ottimi vini, con un arredamento quasi sempre rustico e che attua una politica prezzi non bassa, ma onesta in base alla qualità proposta.

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Osteria Raro rappresenta a pieno tutto ciò che può essere una osteria ai giorni d'oggi.

Il ristorante è situato in via Principe di Piemonte a Pomigliano d'Arco, una strada che collega Pomigliano a Casalnuovo, due paesi della provincia di Napoli.

Già dai primi passi all'interno dell' osteria si percepisce che Raffaele Romano (chef e titolare) è un tipo che non scherza, ci si trova catapultati in una realtà magnifica, tipo WONDERLAND per intenderci, immersi tra centinaia di vini pregiati, champagne e rarissimi distillati che fanno da cornice alle sue abili qualità culinarie .

L'oste ne ha fatta di gavetta, figlio di un barista storico del suo paese natale, Don Ciccio Romano, parte col suo progetto di ristorazione quasi 20 anni fa, era molto diverso da quello di oggi ma con un unico denominatore: la qualità.

Nasce come un pub che serviva ottimo cibo e con una scelta delle migliore birre presenti sul mercato, poi col passare degli anni crescendo anagraficamente e professionalmente (diventa anche sommelier e cavaliere dello champagne) ha attuato una rivoluzione ed ha reso l'Osteria un'eccellenza del territorio.

La cucina è tradizionale, vera, ricca, forte e intensa, dai piatti si avverte una personalità spiccata e decisa, proprio come Mr. Raro, che è uno di quelli che le cose non le manda a dire, per lui o è bianco o nero, mai grigio, quindi o lo si odia terribilmente o lo si ama alla follia.

THE EXPERIENCE

Gli antipasti

Accurata è la selezione di prosciutti, il poker è composto dal D'Osvaldo affumicato, Friulano Pesante e Mangalica di Jolanda De Colò e il più famoso jamon al mondo Joselito.

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

I prosciutti

Tra alcuni degli antipasti, che possono tranquillamente essere riproposti come contorni, troviamo una saporitissima parmigiana di melanzane, sia bianca che rossa, una zuppa di fagioli con crostini di pane, funghi porcini, cruditè di carni pregiate, una deliziosa selezione di formaggi provenienti da tutta Europa fino ad arrivare a delle scaloppe di fois grois.

Cavallo di battaglia degli antipasti è il Tagliere Raro che da una panoramica generale della qualità offerta dei salumi e formaggi.

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Tagliere Raro

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Selezione di formaggi

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Assaggio di parmigiana bianca e gateau di patate

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Cruditè di carne

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Carpaccio di ovuli e parmigiano

I primi piatti

Iconici sono i primi piatti della tradizione, il ragù alla napoletana, "i mezzanielli allardiati", " 'o suffritto", ottimi i primi di pasta fresca e le squisite tagliatelle al tartufo.

Una vera leccornia, un must è la genovese dal sapore dolce, leggero e raffinato grazie all'utilizzo della cipolla rossa di Tropea.

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

La genovese.

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Tagliatelle al tartufo

Le carni

Osteria Raro è anche un punto di riferimento per tutti "i carnvori", eccezionale steakhouse con carni certificate provenienti da ogni parte del Mondo: rubia gallega, sashi finlandese, rib eye american, manzetta prussiana, wagyu australiano, chianina e scottona italiana fino ad arrivare al più pregiato e famossimo kobe giapponese.

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Rubia Gallega

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Kobe

Wine Moment

Sul vino si potrebbe parlare all'infinito, la carta vini è degna di un grande tristellato, che parte da un'accurata selezione di vini del territorio fino ad arrivare ai più grandi blasonati del pianeta.

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Fut de Chêne MV13 - Henri Giraud

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Krug Grande Cuvèe

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Turriga 2013 - Argiolas

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Montevetrano 1996

Punto di estrema forza è la scelta dei distillati, un vero paradiso per gli amanti del genere, le chicche non mancano, ma soprattuto è facile trovare dei pezzi introvabili.

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.

Rum Caroni 21

Other infomation

I dolci sono tutti di produzione artigianale e Raffaele ad eccellere anche in questo, su tutti spicca la pastiera al cucchiaio, una delle new entry. Attento e meticoloso il servizio di sala diretto da Mariateresa, moglie di Raffaele, che ha sempre un occhio vigile su tutto e sa come coccolare il cliente.

Conclusioni

Il termine gourmet è distante dalla proposta gastronomica di Osteria Raro, qui la trasformazione del cibo è qualcosa da dimenticare, c'è solo tanta verità nei piatti.

Sapori forti e decisi dal carattere determinato sono un punto fermo della cucina di Raffaele, che riesce a prendere per la gola chiunque.

E' una meta ambita e tappa fissa dei veri goderecci, quindi lasciatevi andare e fatevi coccolare da Mr. Raro, sicuramente uscirete dal locale col sorriso stampato sul volto.

Osteria Raro, tanta verità nei piatti.