FoodClub | Logo

Cari ristoratori, non siete chiusi, o almeno lo siete solo fisicamente. Questo è il momento di rivedere la vostra strategia e migliorare la reputazione digitale.

Cristian Gadau founder di The Best Chef, come far ripartire il vostro ristorante con il marketing

Cari ristoratori, non siete chiusi, o almeno lo siete solo fisicamente. Questo è il momento di rivedere la vostra strategia e migliorare la reputazione digitale.

Nel 2020 i ristoranti non chiudono, per semplificare ed esprimere meglio il concetto, si chiude fisicamente (causa dell'emergenza sanitaria) al pubblico, ma questa spostando il punto di vista è solo una parte della vostra attività.

Una fetta sicuramente importante perché in quel momento raccogliete il frutto del vostro lavoro, il guadagno indispensabile per mantenere un'azienda in sicurezza, ma c'è dell'altro.

Fermarsi totalmente sarebbe un suicidio, potreste approfittare di questo periodo per migliorare la vostra reputazione.

Occorre cogliere questa occasione per potenziare il marketing digitale e correggere la comunicazione. Aggiornarla guardando le strategie comunicative di chi ha più successo sui social. Il marketing nel nuovo millennio è oramai la terza voce dei ricavi di una attività di successo, e a questo, è necessario dare molta importanza. Ora ne avete di tempo, usatelo per poter correggere il tiro e rivalutare il vostro lavoro, perché quando questa emergenza sarà terminata la comunicazione avrà un'influenza ancora maggiore sul vostro bilancio aziendale e vi permetterà di ripartire subito.

In questi giorni ho letto di cuochi che approfittando della pausa forzata hanno deciso di condividere ricette in trasmissione live su facebook con il proprio pubblico, è senz'altro una buonissima idea che può aiutare a fidelizzare nuovi clienti, a mantenere un rapporto caldo con il proprio pubblico e a garantirvi in un futuro non lontanissimo nuovi guadagni.

Nell'ambiente ristorativo siamo indietro sotto quest'aspetto rispetto ad altre realtà. Sono finiti da un bel po' i tempi in cui per avere il meritato successo era sufficiente cucinare dei gustosissimi piatti, è ora che ce ne rendiamo conto.

Oggi, trovare l'agenzia giusta che produca benefici concreti è molto difficile. Certo, esistono ottimi professionisti di grandi capacità che riescono a trasmettere, trovando la giusta chiave di lettura, inquadrando spesso meglio dei proprietari stessi, il messaggio che un'attività vuole lanciare, ma non bastano per tutto il settore.

La soluzione più ovvia e diventare voi stessi agenti, fautori della vostra comunicazione, chi potrebbe raccontarla meglio di voi?

Certo, non è semplice, potreste rischiare seriamente di complicare le cose, lavori del genere che sono al limite dell'artistico, hanno bisogno di competenza e soprattutto di sensibilità nel saper cogliere l'attimo, nel saper raccontare e condividere un sentimento.

Sono "piccoli lavori" da compiere ogni giorno che richiedono minuziosità, impegno e costanza e spesso presi dalle tante cose da gestire, non se ne ha il tempo.

Una soluzione?

Potrebbe essere assumere un ragazzo talentuoso che viva la quotidianità del vostro lavoro e renderlo protagonista della vostra squadra. Così come fareste con un cameriere, un cuoco o un barista.

Ricordate? Il Marketing potrebbe aumentare i vostri utili in maniera considerevole, è la terza voce del vostro bilancio e potrebbe sicuramente giustificare uno stipendio in più sul libro paga.

La spontaneità, il saper cogliere il momento "social" di una giornata, saranno il vero fattore del vostro successo digitale. Non credete alle parole difficili in inglese. oppure ai 1000 likes in un giorno.

La comunicazione spontanea gestita da voi, creerà quel dialogo, quel rapporto intimo tra il pubblico che vi segue (followers) e la vostra attività ristorativa.

Pare suoni bene, eh? Nessun intermediario, zero filtri, la vostra voce, la vostra attività raccontata così com'è.

Solo attraverso questa fiducia digitale la comunicazione si trasformerà in risultato di cassa concreto. Lasciate perdere i grossi numeri vuoti e soprattutto, dimenticate la parola subito.

Oggi acquisirete un cliente, domani saranno 2 e con il tempo vi guarderete alle spalle orgogliosi del successo raggiunto.

Vi sentireste sicuramente soddisfatti del nuovo bilancio, senza il peso di un costo "inutile" per agenzie che spesso non riescono a promuovere nemmeno loro stesse, ma che comunque pagate un occhio della testa.

Non vi sto dicendo che al ritorno alle attività dovreste chiudere i vostri contratti con le agenzie di comunicazione, ripeto, esistono professionisti che riescono a trovare il focus e riempire le vostre casse, ma liberatevi dai parassiti, dalle cene e dai pranzi gratis, poco proficui e che servono a ricevere articoletti su blog e giornali che non verranno letti nemmeno dagli autori stessi: puntate direttamente al vostro pubblico.

Generalizzare è sbagliato, ma bisogna stare attenti, gran parte del nostro mondo è composto da sciacalli a cui si dà spazio solo perché non siamo capaci di realizzare la nostra forza, la tecnologia usata sapientemente potrebbe essere la spinta ideale verso il successo, un successo che, instaurato un dialogo con il pubblico sarebbe difficile da togliervi.

Semmai mi venisse in mente di aprire un'agenzia di comunicazione, sono certo che in breve tempo sarei tra i leader del settore, ma non voglio prendere in giro nessuno e preferisco fare consulenza e trasmettere la mia esperienza a tutti voi che oggi ne avete bisogno e che fate parte del mondo che amo.

Il marketing è una delle tre colonne portanti di un'attività di successo, e oggi più che mai, dovete prendere coscienza, per ripartire insieme ancora più forti di prima.