FoodClub | Logo

"Dining Bonds": Non devono essere un'asta al mercato ortofrutticolo, così non hanno più alcun senso.

Perché i "Dining Bonds", non devono essere un'asta al mercato ortofrutticolo. Così non va.

"Dining Bonds": Non devono essere un'asta al mercato ortofrutticolo, così non hanno più alcun senso.

Dining Bond, perché così non va.

Per essere chiaro bisogna partire dal principio. Cos'è un "Dining Bond"?

Un "Dining Bond" è l'acquisto di un pasto che avverrà nel futuro, non è una donazione, e nemmeno un'opera caritatevole, è come acquistare una shopping card, una prepagata per sostenere il proprio ristorante preferito in questa fase in cui non hanno flusso di cassa.

Paghi oggi e ne usufruirai alla ripresa.

In pochi giorni dal momento in cui sono comparsi in Italia li stiamo trasformando in un'asta al ribasso da mercato ortofrutticolo (senza offesa).

Nel marasma generale sapete cosa sicuramente potrebbe succedere?

Nell'ansia di dover a tutti i costi fare cassa molti stanno svendendo i loro servizi, c'è chi fa il 3x2, chi il 2x1 chi dona il 50% ad una associazione benefica (per l'amor di Dio lodabilissimo), ma avete pensato cari amici ristoratori che poi alla fine questi pasti li dovrete realmente servire?

Avete pensato e che questa liquidità in prestito un giorno andrà restituita?

Così non hanno più alcun senso di esistere, il cliente non sta più sostenendo il proprio ristorante preferito, ma sta facendo una scommessa approfittando di uno sconto (e come ben sapete le scommesse poi si possono anche perdere).

Come posso perdere la mia scommessa? Semplice, semplice.

Non sappiamo quando torneremo alla normalità, potrebbero passare settimane, forse mesi e accadrà, perché accadrà, che molti nel frattempo prosciugheranno anche la liquidità in entrata grazie a questo strumento, e quando arriverà il momento di dover restituire il favore, per forza di cose, saranno costretti a fornire un servizio qualitativamente basso perché impossibilitati dal poter dare economicamente il massimo, in quanto il vostro aiuto anziché fungere da risorsa si sarà trasformato in debito.

Con queste aste da mercato innanzitutto confondete il cliente, e poi così facendo risolverete i problemi di cassa per qualche giorno, perché in realtà per quanti se ne possano vendere non vi cambieranno la vita, vi state semplicemente creando un problema in futuro che non si prospetta di certo roseo.

Quindi perdonatemi ma io mi fido di un pasto prepagato per il suo importo totale, magari con un'attenzione da parte del ristoratore che non deve essere per forza dal valore economico, potrebbe essere un gadget, un abbraccio, un piatto speciale per l'occasione.

Nessuno ci obbliga ad acquistare un dining bond, lo si fa perché si ha voglia di sostenere e non per "approfittare" della crisi acquistando un pasto scontato notevolmente.

Vi chiederete: "E allora che interessi ho ad acquistarlo oggi? Qual è il mio vantaggio?"

Nessuno amici miei, acquistare un dining bond è fare una scelta, è dire a un amico ti voglio bene, è sostenere la propria squadra del cuore con la speranza di riabbracciarsi quanto prima.

E soprattutto onestamente, non mi ispira alcuna fiducia chi mi propone lo stesso pasto di sempre a meta prezzo in un futuro prossimo di cui al momento non ne sappiamo perfettamente nulla.