FoodClub | Logo Esdra

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.

Celiachia dal punto di vista internazionale con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery, in Olanda

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.

Prosegue la mia ricerca di locali che offrono opzioni gluten free in giro per l’Italia (e non solo) grazie alla grande collaborazione e all’esigenza del mondo gluten free di voler dire la sua.

Stiamo assistendo ad un aumento continuo dei casi accertati di celiachia ma l’offerta di prodotti gluten free (artigianali) risulta essere ancora troppo bassa. Sicuramente c’è stata un’evoluzione in materia, ma in ogni persona che ho incontrato il bisogno di avere qualcosa in più è ancora troppo forte.

Una delle leggi del mercato ci dice che è la domanda a generare l’offerta e chi più di noi celiaci può spingere affinché il cambiamento avvenga?

Questo cambiamento si potrà avere solo attraverso il grande potere offerto dal digitale: la condivisione.

Questa volta nel mio tour virtuale ho valicato le Alpi spingendomi fino a Den Haag (L' Aia) per raccogliere la preziosa testimonianza di Roberta Sottoferro.

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.

Roberta, nata e cresciuta a Napoli oggi vive a L’Aia (Den Haag). Così come molti celiaci, ha messo le “mani in pasta” e ha aperto un blog (Zero Grano Bakery) che riscuote un discreto successo nel mondo gluten free riuscendo a coniugare la celiachia con la sua grande passione: la cucina.

La curiosità di sapere in che modo la ristorazione olandese si approccia alla dieta gluten free è stata troppo forte, per questo ho deciso di incontrarla per voi.

Devo dire che la sua testimonianze è stata davvero preziosa.

Vedere da un lato come una persona celiaca riesca a districarsi tra i vari locali in terra straniera mentre dall’altro analizzare le differenze e le analogie tra la ristorazione italiana e quella olandese nel rapporto con la celiachia, hanno rafforzato l’idea che “La celiachia non è limitazione né privazione”.

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.

Den Haag (L’Aia)- Foto di Turismo.it

Ciao Roberta, cosa spinge un celiaco ad aprire un blog e a condividere le sue “creazioni”?

Ciao Raffaele! Non so per gli altri, ma per quanto riguarda Zero Grano Bakery è nato dall'idea e dalla voglia di aiutare molte persone che ancora oggi hanno delle limitazioni in cucina. Rompere schemi mentali, basati su opinioni sbagliate, tipo quello più comune: “la cucina senza glutine non ha gusto”.

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.

Il blog “ZGB” trasmettere la mia passione per la cucina. Una cucina home made, genuina e salutare. Mi reputo una persona creativa, che ama il buon cibo e tra sbuffi di farina senza glutine, mani in pasta, musica Jazz sempre accesa, creo ricette buone per tutti. Grazie a Zero Grano Bakery, ho iniziato una piccola vendita di prodotti senza glutine fatti in casa senza qui in Olanda. Una cosa che tengo a precisare, ZGB nasce anche per aiutare tutte quelle persone (non celiache) che hanno avuto o sicuramente avranno un celiaco a tavola e non sapranno cosa preparare o quale ingrediente senza glutine usare. Definiamolo anche come una piccola linea guida.

Con grande orgoglio ci hai detto che sei napoletana DOC ma vivi in Olanda. Da celiaca, hai trovato difficoltà in Olanda nel trovare ristoranti et similia che offrono prodotti freschi gluten free?

Si, vivo in Olanda. Mi sono trasferita 8 anni fa, avevo voglia di cambiamenti. Difficoltà non proprio, anche perché sono una persona che sa adattarsi a qualsiasi esigenza. Bisogna tenere conto che la tipica alimentazione olandese è diversa dalla nostra. Non si può andare in un Paese che non sia l'Italia è pretendere di trovare la cucina tradizionale italiana. Nei negozi Bio o nei supermercati si trovano alcune tipologie di prodotti “gluten free” ma non sono tante. L'Olanda è piena di Bakery gluten free e ristoranti senza glutine, soprattutto Amsterdam, purtroppo non li ho visitati tutti perché ho sempre lavorato nella ristorazione e gli unici giorni liberi erano gli stessi degli altri ristoratori. Den Haag, la città in cui vivo, trovi qualche locale ma alcuni hanno chiuso a causa del Covid-19.

C’è qualche ristorante o bar o bakery in Olanda che ti sta particolarmente a cuore per il suo senza glutine? Se sì, perché?

Sì, ne ho pochi ma buoni!

De Basiliek
Korte Houtstraat 4-A, 2511 CD
Den Haag, Paesi Bassi

(Cucina Europea), situato a L’Aia (Den Haag), perché mangiare da loro è un'esperienza sensoriale. Qualità e coccole senza glutine sono garantite.

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.
Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.
Pazze e Pizze (Pizzeria)
Rabbijn Maarsenplein 7, 2512 HJ
Den Haag, Paesi Bassi

situato a L'Aia (Den Haag), la loro pizza senza glutine è buona. Simile alla focaccia romana, molto croccante. In questo posto mi sento un po' in Italia.

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.
Kek (Lunch room)
Voldersgracht 27
2611 EV Delft

situato a Delft , adoro questo posto per la i suoi drink a base di frutta (analcolici)“Amazing” poi per la vasta scelta di dolcetti senza glutine molto buoni e i suoi piatti floreali e colorati.

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.
GluutlooZ &Zo(100% gluten free bakery e shop)
Nobelstraat 69, 3231 BB
Brielle, Paesi Bassi

situato a Brielle, mi piace perchè qui mi ci perdo. Un Luchroom tutto senza glutine, prodotti freschi e molto buoni. Silvia una persona meravigliosa, gentile e molto preparata. Trovi dolci non commerciali e pane fresco tutti i giorni.

Quando torni in Italia, a Napoli, quali sono le tue tappe fisse gluten free?

Quando ritorno a Napoli, diciamo che le mie tappe sono le pizzerie. La pizza è quella che mi manca più di tutto. Ma anche il buon pane fresco di Anna Pagliuca.

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.
Panificio gluten free di Anna Pagliuca
Melito di Napoli

Adoro questa Bakery Napoletana, perchè c'è Anna, una ragazza dal cuore grande. Anche lei celiaca, pronta a soddisfare tutte le nostre esigenze. Da lei trovi una vasta scelta di prodotti, dal salato al dolce, tutti buoni e golosi. Per la Pizza invece, vado spesso da:

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.
Fratelli Vitale,
Arzano (Na)

Di questa pizzeria oltre alla pizza buonissima, mi piace la vitalità dei ragazzi. Ragazzi giovani sempre con il sorriso. Per il gluten free hanno una sala preparazione e un forno a parte. Sono attenti ad ogni dettaglio.

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.
Dal Presidente,
Via Tribunali (Napoli).

Adoro Napoli e tutte le sue sfaccettature, da loro mi piace andare perché è sempre una festa. Tra una canzone e un balletto preparano migliaia di pizze, la loro pizza è amore a prima vista. Una pizza che fai difficoltà a finirla per quanto è grande. Difficile dimenticarla.

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.
Benvenuti al Sud,
Lusciano (Ce)

Quando arrivo a Napoli, cerco sempre locali caotici ma che ti fanno sentire a casa. Da loro trovo tutto ciò che ho bisogno, amicizia, sorrisi, panni stesi ovunque, tavoli numerati con i significati della “smorfia”. Hai la sensazione di mangiare la pizza in strada nel centro storico di Napoli. La loro pizza senza glutine è buona, soffice e leggera. La loro specialità sono anche le frittatine pasta e i crocchè di patate senza glutine. Da qui me ne vado sempre carica di meraviglie!

Ma ho già una lista nuova a portata di mano appena potrò ritornare. A Napoli ci sono sempre posti nuovi da visitare.

Se dovessi fare un confronto tra Italia e Olanda, in relazione al mondo gluten free, cosa manca al nostro Paese che hai trovato in Olanda e viceversa?

Il confronto, per me non esiste. Sinceramente all'Italia non manca nulla, anzi. Per il gluten free gli Olandesi dovrebbero imparare da noi.

Hai scelto di condividere con Foodclub.it una delle tue tante ricette, come mai proprio questa? Raccontacela!

Ogni ricetta suscita emozioni differenti. Ho scelto questa ricetta perché è stata una sorpresa anche per me, mi sono stupita da sola, dicendo Uaooo! So che da una Napoletana, vi aspettavate la ricetta della pizza, invece vi lascio quella dei miei Cannoli al cacao light e senza glutine. Una base di pasta frolla profumata al mandarino, realizzata senza burro e con tre tipi di farine naturali.

Ingredienti

Per la cialda:

150 g di Farina di Avena S.G.
100 g di Farina di Riso
20 g di Farina di Mandorla
10 g di Cacao amaro in polvere
15 g Miele di Acacia
30 g di Olio di Cocco
100 di Yogurt greco zero grassi
1 Scorza di Mandarino
Q.b. Aroma di Vaniglia
1 pz di Sale rosa
1 Uovo + 1Tuorlo
½ cucchiaino di Bicarbonato

Per la farcitura:

750 g di Ricotta senza lattosio
2 Scorza di Mandarino
Q.b. Aroma di Vaniglia
2 c di Miele di Acacia

Per la glassa interna:

80 g Cioccolato fondente 85%

Procedimento

In una ciotola, le farine setacciate, il cacao, il sale e mescolare.

Aggiungere lo yogurt, buccia grattugiata del mandarino, la vaniglia e il miele, continuare a mescolare con un cucchiaino di legno. Versare le uova, il bicarbonato e infine l'olio di cocco, sciolto precedentemente in microonde.

Continuare a lavorare velocemente con le mani l'impasto, ottenendo un panetto liscio e omogeneo. Avvolgere la pasta frolla in un foglio di pellicola e lasciarla riposare per 50/60 minuti in frigorifero.

Preriscaldare il forno 180 gradi.

Passato il tempo di riposo, prendere la pasta frolla e lavorarla con il mattarello sul piano di lavoro infarinato (per evitare che la frolla si attacchi al piano e al mattarello), per ottenere una sfoglia sottile.

Con l'aiuto di una coppa pasta da 10 cm, ricavare tanti dischi e con ogni dischetto avvolgere lo stampo per cannoli, avendo cura di unire bene le due estremità. (ungere gli stampi con poco olio di cocco, per evitare si attacchino).

Su una teglia, ricoperta con carta da forno, sistemare i cannoli e cuocerli per 15/20 minuti a 180 gradi.

Trascorso il tempo di cottura, sfornarli e lasciarli raffreddare su una griglia.

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria e appena i cannoli si saranno raffreddati, con l'aiuto di un pennello da cucina, ricoprire l'interno con la glassa al cioccolato. Trasferirli in frigorifero per circa 30 minuti.

Nel frattempo preparare la ricotta: in una ciotola aggiungere la ricotta, il miele, le bucce grattugiate dei mandarini e la vaniglia. Amalgamare bene gli ingredienti e e trasferirli in una sac a poche.

Trascorsi i 30 minuti, riempire i cannoli con la crema di ricotta, servire con unaspolverata di zucchero a velo e granella di pistacchi.

Gluten Maps sbarca a Den Haag, in Olanda, con Roberta Sottoferro di Zero Grano Bakery.

Quando una cosa è negativa, tienila per te; quando è positiva, condividila. (Osho)

Tutte le foto sono di Roberta

Articoli correlati:

Gluten Maps, da Pordenone a Napoli con Sara, GlutenFreeOnTheRoad

Scopri altri suggerimenti del mondo gluten free

Seguici su facebook foodclub.it

Entra nel vivo della discussione sul nostro gruppo, un luogo libero dove professionisti della ristorazione, clienti e #foodlovers si confrontano sui temi del giorno: Join the #foodclubbers Be #foodclubber