FoodClub | Logo

P.S. Integrale Brut 2013 Le Vigne di Alice

WineClub di Marina Alaimo presenta P.S. Integrale Brut 2013 Le Vigne di Alice

P.S. Integrale Brut 2013 Le Vigne di Alice

Abbiamo conosciuto un po’ tutti Cinzia Canzian in principio per il sapiente uso delle parole ad effetto. Per il suo Prosecco Superiore di Conegliano Alice .G che fece sorridere e incuriosire, ma affermatosi per la qualità in tempi in cui di metodo classico in questo territorio si parlava pochissimo, e per lo slogan “Life is a bubble”. Azzeccatissimo in questo tempo sospeso dove nulla è certezza e ci sentiamo tutti più fragili. E’ donna colta e sensibile la nostra vignaiola, con uno spiccato senso della bellezza che emerge con forza da tutto ciò che fa. Oggi rimane punto di riferimento non solo per chi cerca l’eccellenza del Prosecco, ma anche per chi desidera bollicine appaganti e coinvolgenti, fuori da stereotipi e luoghi comuni. La sua azienda Le Vigne di Alice nasce nel 2005, a Vittorio Veneto, fortemente immaginata e voluta, prende la sua giusta forma dopo una importante esperienza presso l’azienda Bellenda, della famiglia di suo marito, e poi presso i Consorzi di tutela della provincia di Treviso. Ma il vino che ha in mente Cinzia è nelle corde di quello del nonno Angelo, soprattutto per il suo modo di sentire la vigna e il territorio. Il prosecco di nonno Angelo era sur lie, abilmente rifermentato in bottiglia come si faceva nel mondo contadino. E il pallino delle bollicine ancestrali la Cinzia ce l’ha da tempo, provando e riprovando la giusta misura, non essendo cosa facile e per nulla scontata. Percorrendo questa via maestra, nasce nel 2009, nello stesso anno di Alice .G, P.S. Integrale, rifermentato in bottiglia senza sboccatura e senza solfiti, messo in commercio dopo 36 mesi. Una sfida notevole che pone al centro delle riflessioni la longevità di un vino solitamente associato all’immediatezza e ai tempi veloci. Nel bicchiere appare velato, e questo potrebbe condizionarci, sa convincere poi per l’eleganza dei profumi di mandarino, glicine e zafferano, cremoso e leggiadro il sorso si svela croccante e piacevolmente fresco, lungo sulle note saline. Ma che vuol dire P.S? Sta per post scriptum, quella piccola riflessione alla fine di una lettera che concentra in pochissime parole la parte più importante o sulla quale porre una certa attenzione, o anche per “PS I Love you, la canzone dei Beatles, icona di anni a Cinzia molto cari.