FoodClub | Logo

Ve lo avevamo annunciato, ora è ufficiale: "Sta succedendo, il Noma burger è tornato", firmato Noma.

Il Noma 2.0 di René Redzepi annuncia il ritorno del Noma Burger al 108 con poplburger

Ve lo avevamo annunciato, ora è ufficiale: "Sta succedendo, il Noma burger è tornato", firmato Noma.

Ve lo avevamo annunciato lo scorso 2 ottobre, oggi arriva l'ufficialità dalle pagine del Noma.

Il leggendario ristorante dello chef numero 1 al mondo René Redzépi darà una casa al burger più desiderato di sempre (video file interminabili) al numero 108 di Strandgade, locale che ha ospitato il primo Noma e il più recente 108 di Kristian Baumann chiuso poche settimane fa a causa degli effetti devastanti della pandemia sul turismo gastronomico internazionale.

Il ristorante pop-up temporaneo di quest'estate sta per prendere forma e diventare permanente. Esattamente, il Noma burger ritorna trionfante come POPL burger.

Se ne parlava "segretamente" già da settembre, indiscrezioni nell'ambiente indicavano il 108 come spazio perfetto per il nuovo burger bar, e in aggiunta si vociferava che anche il famoso "Corner of 108" spazio caffè, sarebbe diventato il secondo punto vendita della famosa Hart Bageri (sembre "Harazza" Noma).

Ve lo avevamo annunciato, ora è ufficiale: "Sta succedendo, il Noma burger è tornato", firmato Noma.
Hart Bageri Fotografia di Martin Kaufmann

Lo annunciano così:

" Dear friends, it’s happening. The return of the noma burger — introducing restaurant POPL, opening December 3rd at Strandgade 108. poplburger

"Cari amici, sta succedendo. Il noma burger torna e introdurrà il ristorante POPL, che aprirà il prossimo 3 dicembre allo Strandgade 108. "

Quindi, tutto vero, Hart Bageri ha aperto le sue porte il 15 Novembre ed il nuovo burger bar aprirà il 3 di Dicembre.

L'idea è quella di presentare lo stesso menu che quest'estate ha riscosso grandissimo successo con qualche elemento in più. Sicuramente non mancheranno il classico The Viking, burger di manzo frollato con cipolle, garum, e mayonese di sott'aceti e il Veggie Burger a base quinoa tempeh cotto su burro vegano affumicato e glassato con soya e garum.

Inoltre vi sarà la possibilità di accompagnare il piatto forte con dei side dishes come le “roasties” (patatine fritte nel grasso di manzo) e le insalate coleslaw con sottaceti e per dessert un biscotto gommoso o “chewy coockie” con gelato ed altri piccoli dolciumi interessanti.

Il nome Poplburger deriva dal nome Poplar, l’albero di Pioppo, per ricordare la perfetta connessione tra il noma e la natura, ma anche dal latino “populus”, come comunità di persone (previo distanziamento sociale )

A gestire il burger restaurant vi saranno alcuni dei membri anziani di scuola noma.

Il nuovo ristorante sarà aperto dal giovedì alla domenica per cena (dalle 16 alle 22) e a pranzo dal venerdì alla domenica (12 - 15). Sarà possibile prenotare un posto a sedere o semplicemente per il ritiro dell'asporto.

Eh si, la nostra era proprio una fake news. Buon appetito.

Correlati:

Com'è il Noma burger di René Redzepi? L'abbiamo provato per voi ed è...

Ve lo avevamo annunciato, ora è ufficiale: "Sta succedendo, il Noma burger è tornato", firmato Noma.

La recensione:

I Giganti del Nord: Il Noma 2.0 di René Redzepi non è un ristorante.

Ve lo avevamo annunciato, ora è ufficiale: "Sta succedendo, il Noma burger è tornato", firmato Noma.

Appronfondimento:

Ecco come il Noma di René Redzepi è riuscito a dominare e cambiare per sempre la scena gastronomica mondiale

Ve lo avevamo annunciato, ora è ufficiale: "Sta succedendo, il Noma burger è tornato", firmato Noma.

.