FoodClub | Logo

WineClub: Appianum 2019 Rosato Calabria Spiriti Ebbri

Degustazione Appianum 2019 Rosato Calabria Spiriti Ebbri

WineClub: Appianum 2019 Rosato Calabria Spiriti Ebbri

E’ grande la sfida di questi vigneron che hanno voluto riportare una ventata di vitalità nella vitivinicoltura a Lappano, nella provincia interna di Cosenza che apre le porte alla Sila. I ricordi di famiglia in questi luoghi sono spesso legati alla vendemmia, al vino contadino prodotto per il consumo personale e per regalarne un po’ alle persone care.

Su questi frammenti di memorie che profumano di mosto, l’ingegnere Pierpaolo Greco ha convinto gli amici di sempre, Michele Scrivano e Damiano Mele, a mettere su una piccola azienda per dare vita alla propria idea di vini di Calabria, recuperando numerosi vitigni storici del territorio.

Sappiamo che la vitivinicoltura in Calabria ha radici antichissime e importanti, tanto che i coloni greci la denominarono Enotria – terra del vino.

I nostri Spiriti Ebbri seguono i principi del mondo dei vini naturali e vinificano le uve nei locali di un cinematografo degli anni 50 ormai in disuso. Che meraviglia! L’entusiasmo è tanto e ha dato una tale spinta al progetto che, nonostante le poche risorse a disposizione, si parla molto dei loro vini. Nel fine settimana e nei giorni di libertà si trasformano in vignaioli, prendendosi cura personalmente di ogni attività legata alla vigna e alla cantina. Oggi conducono circa tre ettari di vigneto frazionato in tre corpi dove ritroviamo magliocco, gaglioppo, canino, greco nero e bianco, montonico, guarnaccia nera e pecorello, quest’ultimo quasi scomparso.

Si parla sempre più frequentemente dei vini calabresi di recente, forse questo è il territorio dove maggiormente ritroviamo delle novità e una sana voglia di rinnovarsi recuperando tutto l’enorme bagaglio culturale sedimentato nei secoli.

All'Assaggio

Proprio nel settore dei rosati la Calabria risulta una risorsa straordinaria e Appianum è una etichetta imperdibile per chi ama questo settore. Magliocco Dolce e Canino, Gaglioppo, Greco Nero e Bianco, sono le uve che lo compongono, delicato nei sentori floreali di rosa, melagrana, pepe rosa, poi buccia di arancia, succoso e agile all’assaggio, un sorso pieno di entusiasmo che sa incuriosire e appagare.